Lunedì 21 Settembre 2020
Operazione della Gdf: sequestrata un'area di oltre mille mq. Una denuncia


Autodemolizione abusiva scoperta a Misterbianco

24/09/2014 | CRONACA

1401 Lettori unici

Tre delle vetture sequestrate

I militari della sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Messina e di Catania hanno sottoposto a sequestro un’area di 1.100 mq circa nel comune di Misterbianco (Ct) per violazioni ambientali. I finanzieri hanno inoltre sequestrato 5 autovetture, 2 trattori, una pala meccanica e numerosi altri rifiuti pericolosi di vario genere. Una persona è stata denunciata per violazioni alle norme del Testo Unico Ambientale. In particolare, l’area era utilizzata per svolgere un’attività abusiva di autodemolizione (raccolta, recupero e vendita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi) senza il possesso delle autorizzazioni previste dal norme vigenti. Le Fiamme Gialle di mare, partendo da un controllo effettuato presso un cantiere navale di Messina – nell’ambito della verifica del corretto smaltimento di 3 tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi e mediante la ricostruzione dei vari passaggi documentali dell’intero processo di raccolta degli scarti di lavorazione – sono pervenute all’individuazione dell’attività illecita. Infatti, dall’ispezione eseguita presso la sedicente ditta di smaltimento è emersa la totale irregolarità delle operazioni svolte che, oltre a comportare un sensibile danno dal punto di vista ambientale, provoca un grave pregiudizio economico nei confronti degli esercenti onesti. Sono in corso approfondimenti investigativi sul materiale sequestrato in quanto non si può, al momento, escludere la sussistenza di ulteriori reati e/o violazioni di natura economico e finanziaria. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.