Lunedì 17 Giugno 2024
Tamponamento tra moto e auto, due giovani sbalzati sull'asfalto: interviene l'elicottero


Ancora sangue sull'autostrada Messina-Catania: un morto e un ferito grave - FOTO

di Redazione | 25/04/2023 | CRONACA

5033 Lettori unici

La scena dell'incidente e la vittima

Tragico incidente oggi pomeriggio sull’autostrada A18 Messina-Catania. Il bilancio è di un morto e un ferito grave. Il sinistro si è verificato intorno alle 16.30 al km 44,300 sulla carreggiata in direzione Messina, in territorio di Calatabiano, e sono rimasti coinvolti un’autovettura e una motocicletta. Secondo una prima ricostruzione della dinamica il mezzo a due ruote ha colpito il veicolo, un suv Renault Captur, sulla parte posteriore destra e subito dopo le due persone a bordo della moto sono state sbalzate a terra, sbattendo violentemente sull’asfalto e rimanendo nella corsia di emergenza. L’uomo che la conduceva, M. B., 24 anni di Acireale, ha riportato gravi ferite ma non è in pericolo di vita, mentre la fidanzata che viaggiava seduta alle sue spalle è deceduta sul colpo: si tratta di Arianna Franceschino di Aci Sant'Antonio, che aveva compiuto 27 anni da pochi giorni.

L’incidente ha interessato un tratto lungo alcune decine di metri e scattato l’allarme sono giunte sul posto le ambulanze del 118, le pattuglie della Polizia stradale di Giardini Naxos e il personale del Consorzio autostradale. Il centauro è stato condotto in codice rosso dall’elisoccorso all’ospedale “Cannizzaro” di Catania con un politrauma: nell’incidente ha riportato  fratture agli arti (esposte quelle alla mano destra), ustioni da attrito in tutto il corpo e soprattutto sul lato sinistro e dopo i primi trattamenti ricevuti dai sanitari del 118 e del Pronto soccorso è stato ricoverato al Trauma Center del “Cannizzaro” per ulteriori approfondimenti diagnostici, rimanendo sempre vigile. La circolazione sull’A18 in direzione Messina è rimasta bloccata per circa due ore per consentire le operazioni di soccorso e successivamente il transito è stato riaperto sulla corsia di emergenza.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.