Venerdì 03 Luglio 2020
Provvedimenti del questore a carico della squadra ospite dopo la gara di calcio


Aggressione all'arbitro a Giardini Naxos, nove Daspo per giocatori e dirigente

di Redazione | 05/02/2020 | CRONACA

2193 Lettori unici

Arrivano pesanti conseguenze penali per l’aggressione ad un arbitro di calcio avvenuta il 19 gennaio a Giardini Naxos durante la gara del campionato di Terza Categoria tra Città di Naxos e La Vela Football S. 2018 di Giarre. Nel corso della partita, a seguito dell’espulsione di un giocatore della compagine ospite, otto giocatori della squadra, unitamente al dirigente della società, hanno aggredito verbalmente e fisicamente l’arbitro, raggiunto da minacce e sputi, colpito con calci e pugni in varie parti del corpo e, pertanto, costretto a rifugiarsi negli spogliatoi di gara aiutato da alcuni calciatori locali e da altre persone tra i quali l’osservatore arbitrale, in attesa dell’intervento delle Forze dell’ordine e dell’ambulanza del 118, che lo ha condotto al Pronto Soccorso dove è stato curato e refertato. Il questore Vito Calvino ha quindi emesso nove Divieto di Accesso ai luoghi in cui si svolgono le manifestazioni Sportive a carico delle nove persone ritenute responsabili dei violenti fatti. La ricostruzione dettagliata dell’episodio è stata svolta dal personale della Divisione Anticrimine della Questura di Messina, sulla scorta dell’attività informativa posta in essere dai militari dell’Arma dei Carabinieri intervenuti sul posto. Grazie a quanto emerso, il questore ha irrogato, a carico dei responsabili, i provvedimenti di Daspo della durata di due anni, con contestuale obbligo di comparizione presso gli uffici di polizia in occasione degli incontri, giocati in casa o in trasferta, disputati dalla squadra interessata.

Anche il giudice sportivo ha punito pesantemente i giocatori e il dirigente de La Vela Football S. 2018, evidenziando come “il racconto dell’arbitro mette in evidenza una feroce aggressione perpetrata ai suoi danni da quasi tutti i calciatori della società La Vela Football, nonchè da uno dei dirigenti, aggressione ingiustificata e vigliacca”. Il giudice sportivo ha quindi deciso di dare gara persa per 0-3 alla società La Vela Football infliggendole l’ammenda di 500 euro e la penalizzazione di 5 punti in classifica; di inibire a svolgere qualsiasi attività sportiva fino al 19 gennaio 2025 il dirigente Cateno Muscolino, accompagnatore La Vela Football e data la particolare gravità dell’infrazione ha disposto la preclusione alla permanenza in qualsiasi rango della Figc; squalificati fino al 19 gennaio 2025 i calciatori della società La Vela Football Domenico Di Salvo, Allan Suman, Mario Tropea, Simone Fresta, Orazio Grasso, Antonio Oliveri, Alberto Scandura e Roberto Serrano.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.