Martedì 23 Luglio 2024
L'Amministrazione ha dichiarato l'obiettivo non raggiunto ma la Polizia locale era pronta


Ztl a Taormina, De Luca boccia Lo Presti ma il comandante non ci sta e ribatte

di Andrea Rifatto | 16/06/2024 | ATTUALITÀ

2027 Lettori unici

Mezzi sul corso per il carico e scarico

La zona a traffico limitato a Taormina non è mai decollata e per il momento non prenderà il volo. Pensata sin dal 2011 e più volte modificata, la proposta sembrava ad un passo dall’attuazione, tanto che nel dicembre 2022 è stato affidato ad una società di Furnari il servizio di somministrazione di un sistema integrato di controllo automatizzato Ztl e pass nel centro storico, per un costo di 40mila euro. Ma dopo il montaggio dei varchi nei tre punti di accesso riservati ai veicoli di residenti ed autorizzati (Arco dei Cappuccini, Via Dionisio e Porta Catania) la procedura si è fermata. Adesso l’Amministrazione comunale del sindaco Cateno De Luca ha approvato un atto di indirizzo, su proposta del vicesindaco Giuseppe Sterrantino, con il quale è stato deciso di affidare all’Azienda servizi municipalizzati l’incarico di effettuare lo studio, la realizzazione e l’implementazione di un Piano strategico di mobilità urbana, tenuto conto della prossima trasformazione dell’azienda speciale in società per azioni e dell’imminente avvio del nuovo trasporto pubblico locale comprensoriale con Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola. “A seguito di corposa corrispondenza - viene evidenziato nella delibera - è emerso che l’obiettivo assegnato al Comando di Polizia locale di attivare la zona a traffico limitato non è stato raggiunto”. È il de profundis per la proposta portata avanti dalla precedente Amministrazione? Sembra presto per dirlo. Di certo si tratta di una bocciatura dell’operato della Polizia locale, che di fatto viene “commissariata”.

Una delibera che il comandante Daniele Lo Presti di certo non ha gradito, decidendo di scrivere all’Amministrazione comunale ritenendo doveroso specificare l’iter burocratico amministrativo che ha riguardato la Ztl ed evidenziando come “è di solare evidenza che questo Ufficio ha posto in essere puntualmente tutte le direttive impartite dal sindaco sia verbalmente che per iscritto. Non corrisponde, pertanto, all’iter amministrativo eseguito la circostanza che l’obiettivo assegnato al comando di Polizia locale di attivare la Ztl non è stato raggiunto”. Il vertice del Corpo parte dalla relazione del 10 agosto 2023 con la quale ha fatto presente lo stato dell’attuale sistema di controllo elettronico degli accessi installato e ha consigliato all’Amministrazione di valutarne l’immediata attivazione al fine di snellire e decongestionare il caotico traffico nel centro storico. A questa relazione hanno fatto seguito numerosi incontri tra Lo Presti e gli amministratori e il sindaco ha sollevato dubbi in merito alla bontà dell’attuale sistema, chiedendo una valutazione più approfondita dell’intera viabilità con particolare riferimento alla fattibilità del varco in uscita in via Pirandello corrispondenza struttura ricettiva “Villa Carlotta”. Si arriva al 25 marzo di quest’anno, quando il comandante relaziona il sindaco allegando un progetto di massima relativo ad una Ztl ritenuta più efficace ed integrata, confermando la possibilità di installare un ulteriore varco in uscita; il 15 maggio De Luca chiede di relazionare ulteriormente in merito all’argomento e riferire in particolar modo circa le eventuali esigenze tecnico-amministrative necessarie al fine di valutare l’effettiva realizzazione del progetto. Il 29 maggio Lo Presti fa presente che per attivare la Ztl è necessario rinnovare il servizio con un nuovo affidamento annuale per un importo di 26mila 229euro oltre Iva, come comunicato informalmente dalla “Link Space Srl”, attuale azienda fornitrice del servizio, e che la Ztl dovrà essere normata con regolamento già redatto in bozza per la definitiva approvazione con delibera di giunta; il 3 giugno il sindaco di Taormina invita il comandante a porre in essere quanto di sua competenza al fine di attivare urgentemente la zona a traffico limitato e il giorno dopo Lo Presti inoltra i nominativi alla ditta “Microrex” per abilitare il personale per la gestione del sistema informatizzato Ztl. Poi il 10 giugno il comandante scrive al sindaco e all’esperto Massimo Brocato facendo presente di aver provveduto ad inoltrare i nominativi per l’abilitazione del personale all’utilizzo del sistema e chiede di conoscere le modalità di regolamentazione della Ztl per attuare i provvedimenti viabili di competenza e l’11 giugno l’assessore Jonathan Sferra inoltra al comandante la bozza del regolamento condivisa, a suo dire, con tutta la giunta. Ma già l’8 giugno la giunta aveva approvato la delibera con la quale si dichiara l’obiettivo non raggiunto.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.