Martedì 26 Maggio 2020
Raccolta fondi per le attività e donazione di uova di cioccolato ai bambini disagiati


Volontariato, Pasqua di solidarietà per il Gruppo Interforce Jonica

06/04/2018 | ATTUALITÀ

752 Lettori unici

I volontari del Gruppo all'ospedale San Vincenzo

Pasqua all’insegna della solidarietà per il Gruppo Interforce della Jonica, di cui fanno parte le associazioni Radio Valle Alcantara, Misericordia di Letojanni, Misericordia di Spadafora, Gruppo Comunale di Protezione civile di Giardini Naxos e Rangers sezione di Roccafiorita. I volontari, con lo scopo di raccogliere fondi a favore del gruppo, durante la Settimana Santa hanno allestito in vari comuni della provincia delle postazioni nelle quali con un piccolo contributo era possibile ricevere un uovo di cioccolato e sostenere così le attività di protezione civile e supporto sanitario alla popolazione per le quali le varie associazioni sono formate e costantemente svolgono esercitazioni nell’eventualità si renda necessario il loro intervento. Non sono mancati i momenti dedicati ai bambini ed ai giovani che vivono in condizioni disagiate; il gruppo, con una delegazione di volontari, si è recato all’Ipab con sede a Messina, all’istituto delle suore Figlie del Divino Zelo a Giardini Naxos e nei reparti di Pediatria e Cardiologia Pediatrica dell’Ospedale “San Vincenzo” di Taormina a far visita ai bambini e ragazzi e a rallegrarli consegnando loro delle uova di cioccolato. “I volontari si sono molto impegnati durante la Settimana Santa nello svolgimento sia della raccolta fondi che nella consegna delle uova di cioccolato – afferma Daniele Rizzo, presidente del Gruppo Interforce della Jonica – animati da un profondo spirito di solidarietà e per questo loro impegno li ringrazio perché sono loro il volto del gruppo che dedica parte del proprio tempo libero al prossimo. Un ringraziamento particolare alla Siciliana Maceri e Servizi Srl per averci fornito a titolo di donazione le oltre 250 uova di cioccolato che ci hanno consentito di raccogliere fondi a favore del gruppo e di donare un po’ di gioia a ragazzi meno fortunati le cui realtà sembra molto lontane dalla nostra quotidianità ma che in realtà vivono a pochi passi da noi”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.