Giovedì 25 Luglio 2024
Primi risultati del green pass ma 47 centri sotto al 75%. Ancora in calo i contagi


Vaccinazioni, in aumento le prime dosi: Messina sale al 74% - I DATI DEI COMUNI

di Redazione | 21/10/2021 | ATTUALITÀ

1051 Lettori unici

I vaccinati nel Messinese sono il 74,02%

Continua la decrescita della curva epidemica in Sicilia. Il progressivo decremento dei nuovi contagi ha fatto registrare un’incidenza settimanale di 36,5 casi su 100 mila abitanti tra l’11 e il 17 ottobre, con un’ulteriore riduzione rispetto alla settimana precedente (40,8 su 100 mila abitanti) e al di sotto della soglia di 50 casi su 100 mila. Il trend appare, però, non omogeneo in tutte le province e occorre valutare attentamente l’andamento delle prossime settimane. Il rischio, in termini di nuovi casi, si mantiene più elevato rispetto alla media regionale nell’area centro-orientale dell’Isola, nelle province di Siracusa (60,5), Catania (62,6) e Messina (47,4). I dati sono tratti dal flusso  del Ministero della Salute e dal sistema di sorveglianza integrato Iss e si riferiscono alla settimana 11 ottobre-17 ottobre: in questo periodo in provincia di Messina ci sono stati 289 nuovi positivi (erano 258 nella settimana 4-10 ottobre) e dunque con un +12,02%. Continua a ridursi l’incidenza di nuove ospedalizzazioni e il livello di occupazione dei posti letto, indicatori che riflettono l’impatto di casi delle settimane precedenti e interessano prevalentemente soggetti non immunizzati. Attualmente in provincia di Messina sono ricoverate per Covid 43 persone: 29 al Policlinico (di cui 3 in Rianimazione), 10 al Papardo (4 in Rianimazione), una all’Irccs Piemonte e 3 a Barcellona. Resta stabile la letalità. I dati sono tratti dal flusso  del Ministero della Salute e dal sistema di sorveglianza integrato Iss e si riferiscono alla settimana 11 ottobre-17 ottobre.

Per quanto riguarda la campagna vaccinale in Sicilia al 20 ottobre sono state somministrate 6.637.953 dosi, di cui 3.508.418 prime dosi (52,85%) e 3.106.176 seconde dosi (46,79%). Elemento di attenzione è l’obbligo del green pass nei luoghi di lavoro che ha determinato un incremento delle prime dosi erogate nell’ultima settimana. In particolare, si evidenzia un picco a ridosso del 15 ottobre, data d’inizio dell’obbligo della certificazione verde nei luoghi di lavoro (nella sola giornata del 14 ottobre le prime dosi somministrate sono state 9.507). Si registra un significativo trend in aumento delle prime dosi, concentrato nelle fasce di età 12-19, 20-29, 30-39, 40-49, con un incremento del 4,81 per cento di dosi somministrate rispetto alla settimana precedente. In provincia di Messina su un target di 552.020 cittadini i vaccinati con almeno una dose sono il 74,02% (408.623) mentre gli immunizzati con due dosi si fermano al 69,70% (384.737). Prosegue la somministrazione della dose aggiuntiva per i soggetti immunocompromessi e trapiantati/attesa di trapianto, nonché la somministrazione della dose booster per le categorie individuate nella circolare ministeriale 45886 dell’8 ottobre e successive. Dal 20 ottobre è possibile per gli over 60 aventi diritto prenotare la terza dose, purché siano trascorsi sei mesi dalla somministrazione della seconda.

Parecchi comuni della provincia, 47 per l’esattezza, sono ancora lontano da quella soglia del 75% fissata a livello nazionale ma hanno fatto lievi passi avanti con le vaccinazioni di prossimità: tra questi anche parecchi centri della zona jonica, come Alì (55,65%), Alì Terme (65,57), Castelmola (63,41), Fiumedinisi (49,65), Furci Siculo (71,43), Gaggi (63,73), Giardini Naxos (67,26), Itala (57,74), Nizza di Sicilia (68,71), Pagliara (68,92), Santa Teresa di Riva (68,13), Sant’Alessio Siculo (67,68), Savoca (65,67), Scaletta Zanclea (61,99), Taormina (69,98). Una più elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di vaccinazione rappresentano gli strumenti principali per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenute da varianti emergenti. Proprio in questa fase è cruciale che le aziende sanitarie territoriali continuino a garantire un capillare tracciamento, anche attraverso la collaborazione attiva dei cittadini per realizzare il contenimento dei casi. Naturalmente occorre mantenere elevata l’attenzione ed applicare e rispettare misure e comportamenti raccomandati per limitare l’ulteriore aumento della circolazione virale.  Continua ad essere raccomandato, anche in presenza di popolazione vaccinata, il mantenimento di forme di distanziamento interpersonale e tutte le altre misure di mitigazione a livello di comunità accompagnato ad un maggiore ricorso ai dispositivi di protezione individuale. 

L'ELENCO COMPLETO DEI COMUNI MESSINESI 



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.