Lunedì 17 Giugno 2024
L'influencer ideatore del pullman solidale ospite al convegno sul tema degli spostamenti


#unterroneamilano premiato a Santa Teresa: "Basta caro voli, la continuità è un diritto"

di Andrea Rifatto | 18/03/2023 | ATTUALITÀ

909 Lettori unici

L'omaggio al termine del convegno sulla continuità territoriale

La sua pagina Instagram “Un terrone a Milano” è divenuta in poco tempo il riferimento dei fuori sede al Nord e nel 2019 ha organizzato il primo pullman solidale, un’iniziativa riproposta per tre volte e che nel 2022 ha consentito a 130 ragazzi fuori sede di tornare al sud per Natale totalmente gratis, grazie allo sponsor Galbani che ha sostenuto i costi di due bus diretti in Puglia e Sicilia. Stefano Maiolica, blogger e influencer salernitano, è stato premiato dall’Amministrazione comunale di Santa Teresa di Riva, insieme all’azienda alimentare intervenuta con il responsabile Area Sud Francesco Pizzino e il responsabile vendite Angelo Riccobeni, nel corso di un convegno sulla continuità territoriale al Palazzo della Cultura, promosso dalla vicepresidente del Consiglio comunale Mariella Di Bella. “L’AttraversaTAM”, idea lanciata da Maiolica, ha permesso a tanti giovani che vivono al Nord di tornare a casa a costo zero e allo stesso tempo di denunciare tramite social i costi eccessivi di aerei e treni per rientrare nelle regioni meridionali, nell’immobilismo della politica. Il tema è stato affrontato anche dal sindaco di Santa Teresa di Riva Danilo Lo Giudice, dal sindaco della Città metropolitana Federico Basile e dal deputato regionale Ismaele La Vardera, che hanno sottolineato come la continuità territoriale sia un diritto che non può essere svenduto alle regole del mercato e come spetti al governo regionale consentire ai giovani siciliani di tornare nella propria terra, intervenendo a livello normativo ed economico. 

“Tutto è nato da un post sulla mia pagina che all’epoca aveva pochissimi follower - ha spiegato Maiolica - in cui mi lamentavo del fatto che avrei dovuto spendere di più per tornare a casa che per prendere un volo da Milano e New York. Un post diventato virale in pochissimi giorni e da lì ho capito che era una problematica concreta che vivevano tutti e una notte mi è venuta una strana idea, ossia quella di prendere un pullman e portare io le persone a casa. Ho lanciato l’iniziativa senza pensare che potesse diventare realtà - ammette - ma è esploso tutto in poco tempo grazie all’attenzione mediatica ho potuto cercare degli sponsor per finanziare il viaggio, che ha delle spese importanti e che non avrei mai potuto sostenere da solo”. Alberto Palella, presidente di Confesercenti Messina, ha evidenziato come una scarsa continuità territoriale abbia ricadute negative sull’economia e sul turismo: “Dopo due anni di presenze boom post pandemia, quest’anno rischiamo di essere bypassati dal turismo di massa - ha detto - un giovane fuori sede spende in media per un volo aereo 400 euro andata e ritorno, mentre un volo per Sharm el-Sheikh costa 180 euro o per il Marocco 210 euro. Altre destinazioni offrono pacchetti completi da 500 euro per 7 giorni con viaggio e soggiorno incluso. Abbiamo un tavolo aperto con la Regione - ha aggiunto Palella - per capire come migliorare la continuità territoriale ma anche come creare pacchetti ad hoc per incentivare l’arrivo dei turisti in Sicilia”. Presenti al convegno anche il presidente dell’Ordine dei Commercialisti, Francesco Vito, gli studenti dei licei e diversi cittadini.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.