Sabato 27 Novembre 2021
Apposta nel Pte-118 di S. Teresa per il medico morto in Trentino per il Covid


Una targa per ricordare il sacrificio di Tania: "Ha pensato agli altri con un atto eroico"

di Andrea Rifatto | 01/04/2021 | ATTUALITÀ

708 Lettori unici

La cerimonia di scopertura della targa

Un piccolo ma significativo gesto per non dimenticare il suo sacrificio, costatole la vita mentre svolgeva il lavoro che tanto amava. Una targa posta nella sede del Pte-118 di Santa Teresa di Riva ricorda adesso Tania Trimarchi, il medico 57enne scomparso il 30 marzo di un anno fa all’ospedale di Trento, dopo essere rimasta contagiata dal Covid visitando a domicilio un anziano mentre lavorava alla guardia medica di Pozza di Fassa, frazione di San Giovanni di Fassa. Una professionista in prima linea sin dall’inizio della pandemia, contro la quale i medici non hanno risparmiato sforzi nonostante in quei momenti mancassero le protezioni adeguate. “Un modo per tenere vivo il ricordo della nostra concittadina che come tanti altri medici si è trovata a dover combattere contro questo maledetto virus - ha detto il sindaco Danilo Lo Giudice - abbiamo voluto interpretare il sentimento della comunità, manifestato dalla proposta dell’architetto Salvatore Coglitore che ha chiesto una intitolazione per Tania, ma visto che bisogna attendere 10 anni dalla scomparsa abbiamo deciso di porre intanto una targa per sottolineare la straordinaria persona che era Tania, il grande impegno quotidiano nello svolgere l’attività di medico e il forte legame che aveva per Santa Teresa. Pur sapendo di rischiare - ha aggiunto - ha pensato sempre prima agli altri che a se stessa e ci lascia questo significativo messaggio”. “All’amica dottoressa Tania Trimarchi vittima del coronavirus, deceduta mentre svolgeva con impegno e abnegazione la sua attività di medico presso l’Azienda Ospedaliera di Trento. Una persona dolce, affettuosa e sempre disponibile” è il testo riportato sulla targa commemorativa, che riporta anche un pensiero di Carmelo Bucalo, amico della donna: “Tania è il tipico esempio in cui la normalità, inserita in un contesto drammatico come quello che viviamo, assurge senza alcun dubbio ad atto eroico”. A benedirla padre Alessandro De Gregorio, parroco della chiesa Sacra Famiglia, alla presenza della nipote del medico, Vanessa Trimarchi, del dirigente dell’Asp di Taormina Michele Sturiale, degli amministratori comunali e del personale Pte-118. In futuro sarà intitolato a Tania Trimarchi il nuovo polo socio-sanitario.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.