Martedì 20 Ottobre 2020
L'idea punta a coinvolgere il territorio nel segno della formazione e della cultura


Una rete tra associazioni, scuole e amministrazioni: la proposta di Assojonica

15/10/2017 | ATTUALITÀ

1888 Lettori unici

Lo Giudice, Lipari, Donsì e Presti al tavolo dei relatori

Creare una rete territoriale tra associazioni, scuole e amministrazioni locali. Se n’è discusso nel corso di un incontro all’Istituto superiore “Caminiti-Trimarchi” di S. Teresa di Riva tra il mondo delle associazioni, i dirigenti scolastici del territorio e gli amministratori, rivelatosi un’importante occasione per stabilire un contatto tra la sfera del volontariato e della cultura con quella istituzionale della formazione e politico-amministrativa. L’idea, proposta dall’architetto Andrea Donsì, responsabile del blog Assojonica, guarda all’ipotesi di un ampliamento della rete associativa con le scuole e le amministrazioni comunali ed è stata oggetto di discussione e approfondimento comunque positivo e prenderà corpo nei prossimi mesi. La dirigente del “Caminiti-Trimarchi”, Carmela Maria Lipari, nell’aprire i lavori ha sottolineato la particolare occasione che ha visto presenti e rappresentati tutti gli Istituti del comprensorio, da Scaletta Zanclea a Francavilla di Sicilia, e che l’esigenza di migliorare i rapporti tra il mondo della scuola e le associazioni è una priorità alla luce delle nuove direttive e normative entrate recentemente in vigore (progetti di alternanza scuola-lavoro, costituzione di reti di collaborazione). Dopo i saluti del sindaco Danilo Lo Giudice, che ha sottolineato il ruolo delle amministrazioni locali nei rapporti con le istituzioni scolastiche e le associazioni, l’architetto Donsì ha spiegato le motivazioni dell’incontro, il percorso fatto dalle associazioni attraverso la costituzione della rete Assojonica e le proposte relative alla creazione di punti di contatto diretto tra i vari soggetti (gruppo Whatsapp, numero verde dedicato, ecc.).

“Il progetto che si intende portare avanti attraverso la rete è difficile ed ambizioso – ha detto il responsabile di Assojonica – e consiste nell’avviare un processo di crescita sociale a partire dal basso, dai cittadini, dalla società civile. É l’unica strada, questa, per affrancarsi dalla dipendenza dalla politica del nulla”. Antonio Presti, presidente della fondazione “Fiumara d’Arte Le Rocce”, nel raccontare le esperienze di cultura e conoscenza che hanno caratterizzato il suo percorso, in linea con le osservazioni di Donsì ha illustrato i progetti in cantiere per arricchire il nostro territorio “attraverso lo sviluppo culturale e, in questo contesto, l’idea di rete ipotizzata rappresenta uno strumento indispensabile di condivisione e consapevolezza”. “Educare all'arte in tutte le sue forme, è una libertà democratica per restituire la conoscenza, unico mezzo per sconfiggere l'analfabetismo visivo – ha detto Presti – gli occhi non sono più capaci di percepire la bellezza perché visualmente perduti nell'inutile. É questa la politica con la P maiuscola della Bellezza”. Presti ha sottolineato la disponibilità della Fondazione “Fiumara d’Arte Le Rocce” di mettere a disposizione il prestigioso sito per le associazioni e come riferimento alle varie forme di disabilità e, proprio in tal senso, il rapporto avviato con il blog Assojonica è destinato a produrre importanti risultati. Il ruolo e la presenza del Cesv di Messina (Centro servizi per il volontariato) sul territorio è stato puntualizzato dagli interventi del vicepresidente Ennio Marino e del direttore Rosario Ceraolo che, ritornando sul tema dell’alternanza scuola lavoro, hanno sottolineato l’importanza di avviare dei corsi di formazione specifici sia per i docenti che per le associazioni.

Gli interventi dei dirigenti scolastici o delegati presenti per gli Istituti comprensivi (Mirella Guta per Roccalumera, Maria Concetta D’Amico per Giardini, Venerà Munafò per la Direzione didattica di S. Teresa, Angela Mancuso per Francavilla, Carla Santoro per Taormina, Rosita Alberti per Alì Terme) e per gli Istituti di istruzione superiore (Carmela Maria Lipari per il “Caminiti-Trimarchi” e Graziella Cacciola per il “Salvatore Pugliatti” di Taormina-Furci) hanno manifestato la massima disponibilità a creare i presupposti per avviare una rete comune auspicando anche una accelerazione di questo percorso compatibilmente con le esigenze contingenti. Diversi i contributi al dibattito dei sindaci (Sebastiano Foti di Furci Siculo, Sebastiano Gugliotta di Pagliara), amministratori (gli assessori Rosaria Ucchino di Furci e Teresa Rammi di Letojanni) e di numerose associazioni (Concetta La Torre per L’Altra Metà, Maurizio Crisafulli per Avis S. Teresa, Vincenzo Saccà per Avis Alì Terme, Rira Corrini per Croce Rossa Italiana Roccalumera, Cettina Sciacca per Sikilia, Pippo Calà per Ato Autismo), che hanno offerto suggerimenti per migliorare i rapporti sia tra le associazioni che con gli Istituti scolastici. É stata fissata per fine anno l’attuazione di questo servizio di rete auspicando la collaborazione di tutti i comuni del territorio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.