Mercoledì 07 Dicembre 2022
Tecnici, esperti ed artisti potranno candidarsi per presentare la loro proposta


Una nuova chiesa a Giardini Naxos: l’Arcidiocesi lancia un concorso di progettazione

di Redazione | 29/11/2021 | ATTUALITÀ

1076 Lettori unici

L'area dove è prevista la nuova chiesa

Sorgerà un nuovo luogo di culto a Giardini Naxos. L’Arcidiocesi di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela, con un avviso di manifestazione di interesse firmato oggi dall’arcivescovo monsignor Giovanni Accolla, ha infatti lanciato un concorso di progettazione per la costruzione di una nuova chiesa per la parrocchia San Pancrazio Vescovo, che sarà dedicata a Sant’Annibale Maria Di Francia. L’idea è quella di realizzare, oltre alla chiesa, anche una casa canonica e dei locali per il ministero pastorale e la nuova struttura sorgerà in un terreno attualmente libero nel quartiere Recanati, tra via Apollo Arcagheta e la Statale 114. La partecipazione al concorso è riservata a gruppi di lavoro costituiti da uno o più progettisti (architetti e ingegneri edili e civili) in forma individuale o in forma di studio associato, società, raggruppamento temporaneo; un esperto di liturgia e uno o più artisti (esperti di modellazione plastica e produzione pittorica) iscritti nell’elenco dell’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto o in possesso di almeno la licenza in liturgia. All’interno del gruppo di lavoro ogni componente può concorrere per una sola qualifica e ciascun concorrente potrà far parte di un solo gruppo di lavoro, pena l’esclusione dal concorso. La domanda va inviata in via telematica a partire dal 29 novembre ed entro il 4 gennaio 2022, registrandosi al link http://webapp2.chiesacattolica.it/bandochiese. Una commissione composta da esperti in architettura, liturgia e arte valuterà la documentazione inviata considerando come fattori qualificanti la corretta compilazione della domanda e la congruità dei documenti allegati; la progettazione e/o l’esecuzione di attività/opere attinenti l’architettura/arte sacra e/o di rilevanza sociale; la qualità delle attività/opere rappresentate; gli aspetti comunicativi dell’unico portfolio con la descrizione di tutte le attività/opere progettate da tutti i componenti del gruppo. La commissione selezionerà un minimo di 15 gruppi che verranno poi invitati a partecipare al concorso ed entro il 20 gennaio 2022 saranno resi pubblici i nomi dei coordinatori dei gruppi di lavoro selezionati. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.