Domenica 28 Febbraio 2021
Ripulito dal Comune e "affidato" all’associazione “Camminare i Peloritani”


Trekking e turismo, ripristinato l'antico sentiero tra Sant'Alessio e Forza d'Agrò

di Andrea Rifatto | 08/09/2020 | ATTUALITÀ

1321 Lettori unici

L'antico sentiero di nuovo percorribile

Torna fruibile l’antico “scuzzaturi” tra Sant’Alessio e Forza d’Agrò, sentiero utilizzato un tempo, sia a piedi che con l’asino, per spostarsi tra il mare e la collina e così chiamato perchè consentiva di accorciare la distanza tra due punti rispetto alla strada principale. L’Amministrazione alessese ha infatti deciso di recuperare il tracciato, che dal torrente Salice nel comune alessese si inerpica fino alla località Pietrisciuti del borgo collinare, soprattutto ai fini della promozione turistica del territorio tramite la valorizzazione delle bellezze naturali e del paesaggio. E così è stato affidato incarico a una ditta per ripulire il sentiero da cespugli, rovi ed erbacce e la Giunta ha siglato un protocollo di intesa con l’associazione Camminare i Peloritani” di Messina, nata dall’esperienza di alcuni amici legati dalla passione per l’escursionismo, l’amore per la montagna e la tutela del territorio con lo scopo della divulgazione del trekking, senza tralasciare la promozione e tutela del territorio. Il documento serve a coinvolgere l’associazione nella gestione del tracciato e nell’organizzazione di eventi trekking per rafforzare ed incrementare il sistema di diffusione e promozione del territorio, consentendo al visitatore di godere di panorami stupendi, natura, paesaggio rurale e bellezze architettoniche. Al termine dei lavori Camminare i Peloritani” ha svolto un sopralluogo sul sentiero da poco ripristinato, con Pasquale D’Andrea e don Giovanni Lombardo, e presto si terrà un evento di inaugurazione ufficiale. Lo schema di protocollo di intesa, da sottoscrivere con altri Comuni, è stato denominato “Anello dell’antica mulattiera e della valle dell’Agrò” ed è supportato anche dall’Università di Messina con il prof. Filippo Grasso, docente dell’Ateneo ed esperto di turismo, componente insieme ad Antonella Fede, Enrico Nicosia, Fulvia Toscano e Rosangela Todaro del tavolo delle competenze voluto dall’assessore al Turismo e alla Cultura di Sant’Alessio, Virginia Carnabuci. Presto potrebbero inoltre essere prodotte delle mappe del sentiero Sant’Alessio-Forza d’Agrò per consentire ai turisti e agli amanti del trekking di percorrerlo compiendo un viaggio tra mare e montagna immersi nella natura con viste mozzafiato.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.