Martedì 28 Maggio 2024
Assegnato dalla Fee il riconoscimento di qualità riservato alle località turistiche


Tre Bandiere blu nella riviera jonica: con Santa Teresa e Alì Terme arriva Roccalumera

di Redazione | 10/05/2021 | ATTUALITÀ

3331 Lettori unici

Adesso sono tre le località con il vessillo

Santa Teresa di Riva è Bandiera blu per il quinto anno consecutivo, Alì Terme conferma il riconoscimento conquistato lo scorso anno ma adesso solo tre le località joniche che possono fregiarsi del riconoscimento assegnato dalla Fee. C’è infatti anche Roccalumera tra i comuni che hanno ottenuto la Bandiera blu 2021. La consegna è avvenuta questa mattina nel corso di una conferenza online e tra le dieci località siciliane che ottengono il vessillo c’è anche la cittadina roccalumerese (l'altra new entry è Modica), che aveva già presentato la richiesta sia nel 2019 che nel 2020 ma senza successo, mentre questa volta è stato raggiunto il tanto ambito obiettivo grazie al miglioramento dei servizi offerti sull'arenile. La Bandiera blu viene assegnata dalla Foundation for Environmental Education, organizzazione non-governativa e no-profit con sede in Danimarca, alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio, con l’obiettivo di diffondere le buone pratiche per la sostenibilità ambientale. La conferma ufficiale era arrivata nei municipi nei giorni scorsi, con la ricezione dell’invito per la cerimonia di consegna che si è svolta questa mattina per via telematica a causa dell’emergenza Coronavirus. Sono 201 complessivamente le località rivierasche (rispetto alle 195 del 2020) che assieme a 81 porti turistici (erano 75 l'anno scorso) potranno fregiarsi della Bandiera: per questa 35esima edizione ci sono quindi 6 Comuni in più e sul totale i nuovi ingressi sono 15 mentre 9 Comuni non sono stati confermati. Sul podio si conferma prima la Liguria sempre con 32 località, mentre sale in seconda posizione la Campania con 19 Bandiere (con un nuovo ingresso ma anche un’uscita) che sorpassa e fa scivolare al terzo posto la Toscana che ottiene 17 vessilli blu (con tre uscite) a parimerito con la Puglia che guadagna due bandiere (tre nuovi ingressi e un’uscita). 

"Anche quest’anno il programma Bandiera Blu segna un incremento dei comuni che hanno ottenuto il riconoscimento, ben 201 - ha spiegato nel corso della conferenza stampa Claudio Mazza, presidente della Fee Italia - molti di più sono però quei comuni che hanno scelto di intraprendere il percorso e che affianchiamo nella loro crescita. L’impegno verso la sostenibilità nella gestione del proprio territorio, la cura del turista e la sua sicurezza, l’attenzione ai servizi, uniti al grande desiderio di ripartire con la stagione turistica, fanno dei comuni Bandiera Blu un propulsore per la ripresa del turismo italiano in questo particolare momento storico”. Il percorso è lo stesso del 2020 segnato dall’esplosione della pandemia: “Come è stato per l’anno passato, quando i comuni rivieraschi italiani Bandiera Blu hanno ben saputo rispondere alle nuove e sconosciute sfide lanciate dal Covid-19, garantendo una gestione della stagione estiva efficiente e in sicurezza, siamo convinti che per il 2021 il turismo italiano saprà fare da traino alla ripresa dell‘intero paese”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.