Martedì 02 Marzo 2021
Anche il mese di novembre fa registrare segni positivi: dal Regno Unito i maggiori arrivi


Taormina: superato il milione di presenze turistiche nel 2014

di Redazione | 26/12/2014 | ATTUALITÀ

2118 Lettori unici

Nel periodo gennaio-novembre +4,19% rispetto al 2013

È il mese di novembre che consente a Taormina di raggiungere e superare il milione di presenze turistiche nel corso dell’anno. Nel periodo gennaio-novembre 2014, infatti, i pernottamenti sono stati 1.015.317, il +4,19% rispetto allo stesso periodo del 2013: un dato che conferma le previsioni fatte nei mesi scorsi dal Servizio turistico regionale e che vede sicuramente soddisfatti gli operatori del settore. Anche per il mese di novembre la Perla conferma il trend positivo di presenze turistiche fatto registrare nel corso dell’anno. Segno che la stagione turistica, che da diversi anni va dalla settima antecedente la Pasqua al ponte di  Ognissanti, quest’anno si sta prolungando. Nel mese in esame, secondo i dati elaborati dall’Uffici Statistica del Str, i pernottamenti sono stati 25.641, con un +3,24% rispetto al 2013. Dalla lettura dei dati è possibile osservare come i visitatori che nel mese di novembre hanno scelto Taormina come meta per le loro vacanze abbiano preferito gli alberghi a 4 stelle (+17,20%), mentre gli alberghi a 5 stelle hanno fatto registrare un -62,86%, per un numero di presenze nel comparto extralberghiero taorminese complessivamente pari al +22,89%. In merito ai singoli mercati di provenienza l’Est Europa merita particolare attenzione, con un +837,50% di arrivi dalla Turchia, seguita dall’Ungheria (+385,42%) e dalla Bulgaria (+190,91%); in coda la Romania con il +31,75% di visitatori. Segno positivo anche dalle altre nazioni europee: in testa il Portogallo con +218,18%, poi Malta (+57,44%), Francia (+28,57%) e Paesi Bassi (+19,65%). Dall’Asia gli arrivi da Israele fanno registrare un +220,63, mentre Cina e Giappone si fermano rispettivamente a +16,53% e +16,51%. Dal continente americano sono i turisti canadesi ad essere particolarmente interessati a Taormina, con un +38,89% di arrivi, mentre dal Brasile si registra un +6,83%. Grazie ai nuovi collegamenti aerei i Paesi scandinavi mantengono il segno positivo che il Servizio turistico registra già da inizio anno: buona la percentuale di visitatori dalla Svezia (+80,78%), così come dalla Finlandia (+60,00%) e dalla Danimarca (+48,23%). Lieve ripresa per Russia (+34,81%) e l’Ucraina (+32,08%). Non mancano però i dati negativi: nella maglia nera degli arrivi a Taormina troviamo l’Australia con un -45,60%, seguita da Austria (-36,39%), Argentina (-31,65%), Belgio (-16,74%), Germania (-14,77%), Stati Uniti (-11,36%), Spagna (-8,95%), Regno Unito (-3,55%), Svizzera (-1,14%). In generale nel mese di novembre un segno negativo sulle presenze turistiche si è registrato in tutte le regioni italiane, fatta eccezione del Veneto (363 pernottamenti con un +62,78%) e della Puglia (188 pernottamenti  con un +62,07%). La Sicilia si è attestata su un -5,69%.

Gennaio-novembre 2014: dal Regno Unito i maggiori arrivi
Nel periodo gennaio-novembre 2014 gli stranieri, con 844.210 arrivi, fanno registrare un + 3,94% e i numeri più interessanti sono dati dal Regno Unito che con 163.646 presenze (+26,79%) risulta essere dall’inizio dell’anno il primo mercato presente a Taormina; al secondo posto per pernottamenti la Germania con 116.051 unità (-6,03%). Seguono Norvegia (+81,47%), Portogallo (+59,87%), Svezia (+44,26%), Israele (+34,19%), Cina (31,99%), Lussemburgo (+31,78%), Brasile (+23,66%), Canada (+18,73%), Paesi Bassi (+18,08%), Slovenia (+13,38%), Danimarca (+13,11%), Stati Uniti (+4,63%), Belgio (+3,26%), Spagna (+2,74%) e Australia (+1,54%). Sul mercato italiano l’incremento è stato del +5,44% e ha interessato tutte le regioni, fatta eccezione per Piemonte, Friuli, Liguria e Basilicata.

Più informazioni: turismo taormina  

Articoli correlati

 

 

 

 

 

 

 

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.