Venerdì 24 Maggio 2024
Presentata l'idea di Asm per il servizio con linee e percorsi estesi ai Comuni confinanti


Taormina, sindaci a confronto sul trasporto pubblico comprensoriale: un esperto al lavoro

di Andrea Rifatto | 21/03/2024 | ATTUALITÀ

833 Lettori unici

Il confronto tra amministratori a Asm

Primo confronto tra i comuni del Taorminese per un nuovo piano di trasporto pubblico comprensoriale. L’Amministrazione comunale di Taormina ha infatti immaginato di estendere ai centri limitrofi le linee dei bus che attraversano il territorio cittadino, grazie alla modifica approvata nell’ultima legge finanziaria all’Ars su proposta del gruppo Sud chiama Nord che consente il prolungamento delle tratte del trasporto pubblico urbano nei comuni turistici. Un novità che nel caso della città del Centauro equivale a prevedere linee e fermate anche nei centri limitrofi, che in alcuni casi vengono già attraversati per raggiungere le frazioni. A Palazzo dei Giurati si è svolto un confronto con il sindaco Cateno De Luca, il vicesindaco Giuseppe Sterrantino, il presidente dell’Azienda servizi municipalizzati Giuseppe Campagna e il direttore generale Giuseppe Bartorilla, con i primi cittadini Alessandro Costa (Letojanni) e Orlando Russo (Castelmola) e l'assessore Rosario Passari di Giardini Naxos, con i rappresentanti della Polizia locale. All’incontro il presidente Campagna ha presentato il progetto di ampliamento dei servizi di trasporto pubblico locale, che prevede l'estensione dei servizi di Taormina anche nei tre comuni confinanti, illustrando le prime soluzioni individuate per mettere in collegamento i quattro centri dalla collina al mare e soprattutto consentire agli utenti di raggiungere più facilmente le strutture pubbliche (a partire dall’ospedale), gli uffici e i siti di maggiore interesse. Una prima bozza redatta nell’ambito del piano di ammodernamento del sistema di trasporto pubblico locale su gomma, la cui redazione è stata affidata da Asm all’ingegnere Leonardo Russo di Messina, tecnico esterno incaricato per una spesa di totale di 9mila 984 euro, dopo il ribasso del 20% proposto dal professionista. 

L’obiettivo aziendale è quello di rivedere in modo integrale il piano del trasporto pubblico locale con il potenziamento delle linee, dei collegamenti con i parcheggi e la ferrovia e l’inserimento di nuovi percorsi con i comuni limitrofi, per assicurare un collegamento stabile con le zone balneari. Il progetto complessivo dovrà essere consegnato entro 90 giorni, ma già entro i prossimi dieci gli amministratori dei quattro comuni torneranno a confrontarsi sull’idea di mobilità comprensoriale. L’ingegnere Russo dovrà produrre una relazione tecnica del progetto del sistema di linee, rappresentare lo stato di fatto e di progetto mediante la planimetria di tutte le linee, le frequenze e le durate dei tragitti, effettuare un raffronto tra lo stato attuale e quello previsto in termini di percorsi, fermate e capacità di carico, pianificare il servizio con la determinazione delle frequenze di ogni bus, elencare ii veicoli disponibili con l’assegnazione alle corse delle diverse linee. In tema trasporto pubblico alcune novità fanno già discutere, come la nuova fermata bus realizzata sulla via Crocefisso di fronte l’ingresso dell’ospedale, ritenuta pericolosa da parecchi cittadini per il punto in cui è stata tracciata ossia in corrispondenza di un’intersezione e in un tratto molto trafficato.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.