Sabato 24 Febbraio 2024
Fondi della Protezione civile per mettere in sicurezza il costone e riaprire l'arteria


Taormina, la Regione finanzia il ripristino della strada di accesso chiusa dal 25 novembre

di Redazione | 03/01/2022 | ATTUALITÀ

1369 Lettori unici

I massi caduti il 25 novembre

Interviene la Regione siciliana per la messa in sicurezza e la riapertura della principale strada di accesso a Taormina, la via Mario e Nicolò Garipoli, chiusa dal 25 novembre dopo la caduta di massi dal costone sovrastante. La Protezione civile, su disposizione della presidenza della Regione, ha infatti finanziato e sta realizzando direttamente un intervento di ripristino della viabilità dell’arteria comunale, che collega anche con il casello autostradale dell’A18 e con il centro di Castelmola. L’importo stanziato è di 190mila euro e prevede l’ispezione della parete rocciosa, il disgaggio di parti pericolanti e la realizzazione di una barriera paramassi a protezione della strada. “Uno dei luoghi simbolo del turismo nell’Isola – sottolinea il governatore Musumeci – non può continuare a restare parzialmente isolato. Per questo motivo, pur non avendo la Regione competenza diretta in termini di viabilità, abbiamo deciso di intervenire. In tal senso, ho dato disposizione al capo della nostra Protezione civile, Salvo Cocina, per un intervento il più rapido possibile”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.