Lunedì 20 Maggio 2024
De Luca se ne accolla il merito, Bolognari lo smentisce. Chiusa per lavori l'Isola Bella


Taormina, "grandi numeri" per il turismo del 2023 e la politica litiga sulla paternità

di Andrea Rifatto | 08/11/2023 | ATTUALITÀ

786 Lettori unici

Visitatori all'Isola Bella anche domenica

Al Teatro Antico con lo sfondo dell’Etna innevato, all’Isola Bella a godersi la giornata di sole e visitare l’isolotto “sfidando” l’alta marea, al Parco di Naxos per scoprire gli scavi con decine di bambini al lavoro per costruire gioielli antichi come quelli recuperati dagli archeologi nelle sepolture dei Greci. È stato un altro weekend da record per i siti del Parco archeologico di Naxos-Taormina, diretto da Gabriella Tigano, che tra sabato e domenica hanno ospitato oltre 7.300 visitatori. Approfittando dell’ingresso gratuito previsto nel weekend per parchi, musei e luoghi di cultura regionali, in tanti ne hanno approfittato per trascorrere una giornata in famiglia o con gli amici, immergendosi nelle bellezze artistiche e storiche del comprensorio taorminese. Sabato l’ingresso era gratuito in quanto giornata recepita come festività dalla Regione, mentre la prima domenica del mese è prevista la gratuità per tutti i visitatori dei luoghi di cultura. Per l’Isola Bella, che nel mese di agosto con oltre 20.400 visitatori ha registrato un nuovo record storico di presenze, la giornata di domenica è stata un “arrivederci” alla bella stagione. Da lunedì, infatti, per alcuni mesi che coincidono con la bassa stagione dei flussi turistici, sono state interrotte le visite nell’isolotto dove sarà riallestito il cantiere per gli interventi di manutenzione straordinaria sospesi a fine giugno, che ripartiranno includendo stavolta anche il rinnovo e la messa a norma di tutto l’impianto elettrico nei vari corpi abitativi di Villa Bosurgi. Un intervento complesso e per ragioni di sicurezza assolutamente indifferibile – anche questo interamente a carico del Parco Naxos Taormina - che ammonta a circa mezzo milione di euro. Anche nel mese di ottobre e nei primi giorni di novembre Taormina è stata sempre affollata di turisti, anche grazie al prolungamento della stagione favorito dalle belle giornate e dal clima mite, e nel corso del 2023 potrebbe essere superata quota 1,3 milioni di presenze.

I numeri ufficiali sul turismo in città
non sono ancora noti, ma fanno discutere anche la politica: “Mi hanno detto che mai come quest’anno - ha commentato il sindaco Cateno De Luca, citando il suo slogan  ‘Taormina…una marcia in più’ - si è registrata una presenza così imponente e costante”. Parole che hanno provocato la reazione del suo precedessore, Mario Bolognari: “Vedo che il nuovo sindaco cerca di appropriarsi del formidabile risultato del turismo a Taormina. La faccia tosta non ha limiti - ha commentato - il dato è il risultato di un lavoro oscuro e costante della mia Amministrazione, che tra mille difficoltà, compresi due anni di pandemia, ha tenuto ferma la barra, intessendo rapporti internazionali e accogliendo con generosità equipe cinesi e americane che hanno esportato Taormina nel mondo. Tanto lavoro, senza esibizionismo ridicolo e con dedizione e amore per la città più bella del mondo. Sono orgoglioso di quanto abbiamo fatto, anche se non tutto è stato apprezzato da cittadini incattiviti e distratti - ha aggiunto Bolognari - oggi i risultati si vedono e il futuro, speriamo, sarà ancora più roseo per le imprese e i lavoratori dipendenti”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.