Mercoledì 22 Maggio 2019
Arriveranno 700mila euro. Il capogruppo Dr Picciolo: 'Crocetta mi ha dato la sua parola'


Taormina Arte, torna il contributo della Regione

di Andrea Rifatto | 06/06/2014 | ATTUALITÀ

1752 Lettori unici

Giuseppe Picciolo, capogruppo Dr all'Ars

Allarme rientrato. Il Festival internazionale del Cinema di Taormina riceverà anche quest’anno un contributo da parte della Regione Siciliana. Ad annunciarlo è stato ieri l’on. Giuseppe Picciolo, capogruppo all’Ars dei Democratici Riformisti per la Sicilia, dopo che l’Amministrazione comunale taorminese si era vista costretta ad impegnare circa 200mila euro provenienti dal Bilancio comunale per garantire lo svolgimento della manifestazione. Il sindaco della Perla, Eligio Giardina, non aveva certo gradito il totale disinteresse mostrato dalla Regione e dal presidente Crocetta nei confronti di TaoArte, lamentando promesse non mantenute. Ma le rimostranze della Giunta taorminese non sono rimaste inascoltate: il deputato regionale si è infatti attivato, dopo aver ricevuto anche le segnalazioni dell’assessore al Bilancio di Taormina, Antonio Lo Monaco, per far sì che il contributo per la kermesse cinematografica, che prenderà il via il prossimo 14 giugno, non venisse in nessuna misura decurtato. E sembra proprio che la missione sia andata a buon fine. “Il contributo di settecentomila euro per la prestigiosa manifestazione della Perla dello Jonio verrà ripristinato – ha dichiarato Picciolo -: il presidente Rosario Crocetta e gli assessori Roberto Agnello (Economia) e Michela Stancheris (Turismo) hanno assunto l’impegno di riportare alla cifra originaria il contributo previsto dalla Regione Siciliana per Taormina Arte”.  Il deputato messinese ha ringraziato l’assessore al Bilancio di Taormina per aver evidenziato questa criticità - alla quale, ha spiegato - “la buona politica ha dato immediata risposta”.
Nella prossima seduta della Giunta regionale, secondo quanto ha dichiarato il capogruppo dei Democratici Riformisti all’Ars, verrà deliberata ed inserita nella manovra di assestamento del Bilancio la somma mancante per il raggiungimento dei 700mila euro previsti per la storica e prestigiosa manifestazione che ha contribuito a rendere famosa in tutto il mondo la città di Taormina. “É un impegno preciso che gli assessori Agnello e Stancheris hanno preso con il nostro gruppo politico, che si è fatto portatore di un sacrosanto grido d’allarme lanciato dal Comune di Taormina. Rispondiamo così con i fatti – ha sottolineato Picciolo – dando una risposta piena alle istanze provenienti dal territorio: nella manovra di assestamento di Bilancio della Regione Taormina Arte ritroverà per intero il contributo previsto, senza per questo dimenticare che si tratta pur sempre di una cifra ridotta; dimostreremo comunque come si possa far bene mettendo in atto una politica di contenimento dei costi mentre per il futuro ci impegneremo, come Democratici Riformisti, a dotare TaoArte di una maggiore autonomia gestionale ed economica”. Ipotesi già presa in considerazione anche dal sindaco di Taormina, che ha ipotizzato la nascita di una fondazione per TaoArte con all’interno il Comune e soggetti privati.

Più informazioni: taoarte  giuseppe picciolo  drs  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.