Sabato 15 Giugno 2024
La ditta ha concluso le attività e l'Asp non ha disposto una proroga o una nuova gara


Taormina, appalto scaduto per gestire i parcheggi e all'ospedale è caos quotidiano

di Andrea Rifatto | 08/03/2024 | ATTUALITÀ

1626 Lettori unici

Sbarre aperte e liberi tutti

Sbarre aperte e liberi tutti. All’ospedale “San Vincenzo” di Taormina regna la più totale anarchia nelle aree di sosta attorno alla struttura. L’appalto con la società “Nam3” di Messina, affidataria del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento da parte dell’Asp di Messina, è infatti scaduto e non è stata decisa dai vertici dell’azienda sanitaria alcuna proroga, così come non risultano gare d’appalto in corso o nuovi affidamenti. L’attivazione del servizio risale a febbraio 2021, con l’affidamento all’operatore messinese, ed evidentemente è giunto a scadenza nelle scorse settimane. Dunque adesso non c’è alcuna regolamentazione ed è corsa quotidiana alla ricerca di uno stallo libero, operazione non facile visto che gli spazi sono insufficienti anche per il personale che opera in ospedale. Un problema che si trascina da decenni e che non è stato finora risolto nonostante le promesse della politica. Nel 2020 la Regione aveva annunciato la redazione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica che prevede la realizzazione di due nuovi corpi, uno a monte e l'altro a valle, destinati a ospitare parcheggi, servizi e un’elisuperficie: in particolare nella struttura a sette piani progettata nella parte basse del complesso ospedaliero sono previsti parcheggi per 283 auto e 76 motocicli, mentre in quello a monte centro direzionale, locali per ospitare i familiari dei degenti, cucina con self-service e auditorium. Un’operazione da 26,5 milioni di euro che finora non ha visto la luce. Nel frattempo lungo il perimetro del “San Vincenzo” si continua a lottare ogni giorno contro la carenza di posti auto e utenti e personale sono costretti ai salti mortali per trovare uno spazio libero, tanto che spesso le auto vengono lasciate in sosta sulla strada esterna. Adesso senza un gestore delle aree è un vero e proprio Far West.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.