Sabato 24 Febbraio 2024
Dall'1 gennaio non potranno circolare le vetture più inquinanti ancora utilizzate


Taormina, alcuni autobus arrivano al... capolinea: Asm cerca mezzi usati da acquistare

di Andrea Rifatto | 05/12/2023 | ATTUALITÀ

862 Lettori unici

I bus più vecchi verranno dismessi

Il presidente Giuseppe Campagna lo aveva annunciato due mesi fa e adesso quel giorno si avvicina. Dall’1 gennaio diversi autobus dell’Azienda servizi municipalizzati destinati al trasporto pubblico locale a Taormina non potranno essere più utilizzati perchè inquinanti. Su 13 mezzi, come spiegato allora in Consiglio comunale dal vertice della municipalizzata, la maggioranza sono di categoria Euro 2 e 3 e dunque potranno circolare fino al 31 dicembre 2023, visto che dal Governo non sono arrivate nuove proroghe al divieto di utilizzare i veicoli più vetusti, come era avvenuto un anno fa consentendo così il mantenimento dei veicoli per altri 12 mesi. L’Asm si è dunque attivata per evitare interruzioni al servizio e ha pubblicato una manifestazione di interesse per la ricerca di mercato finalizzata alla fornitura di autobus usati. Almeno tre i veicoli che la municipalizzata taorminese punta a reperire, soprattutto per coprire le linee extraurbane, visto che gli Euro 3 non potranno circolare dall’1 gennaio e vi è l’urgenza di dotarsi di mezzi sostitutivi. L’avviso firmato dal gestore dei trasporti Giuseppe Panarello e dal direttore generale Giuseppe Bartorilla stabilisce che i mezzi da acquistare dovranno essere di classe ambientale non inferiore a Euro 5, immatricolati o reimmatricolabili come servizi di linea, con una lunghezza tra 9 e 10 metri, con motore posteriore, climatizzati e con organi meccanici perfettamente efficienti per l’immediato inserimento nel parco rotabile. 

Le proposte con le caratteristiche tecnico-funzionali degli autobus dovranno essere presentate entro il 10 dicembre. Una soluzione per evitare disservizi all’utenza e garantire un numero sufficiente di veicoli nel parco mezzi, dove nelle prossime settimane arriveranno cinque moderni autobus elettrici corti, con 16 posti a sedere, acquistati dalla Iveco nei mesi scorsi: una spesa di 3 milioni 070mila 733 euro, possibile grazie ai fondi del Pnrr destinati al rinnovo delle flotte di bus e treni verdi con l’acquisto di autobus ad emissioni zero, effettuata dopo l’accordo siglato tra il Comune di Taormina e l’Asm per l’utilizzo di una quota delle risorse assegnate dal Governo alla Città metropolitana di Messina nell’ambito del Piano strategico nazionale della mobilità sostenibile.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.