Venerdì 25 Settembre 2020
Affidato un incarico ad un professionista messinese per seguire il complesso iter


Svincolo A18 S. Teresa-Val d'Agrò, nominato un tecnico esterno a supporto del Comune

di Andrea Rifatto | 30/03/2020 | ATTUALITÀ

2165 Lettori unici

La planimetria del progetto

Affidato un nuovo incarico nell’ambito delle operazioni che porteranno il Comune di S. Teresa di Riva a realizzare il nuovo svincolo autostradale dell’A18 Messina-Catania. Il dirigente dell’Ufficio tecnico, il geometra Francesco Pagano, ha nominato un professionista esterno che andrà a ricoprire il ruolo di supporto al responsabile unico del procedimento per l’intervento di costruzione dell’uscita Santa Teresa-Val d’Agrò, finanziata con 12 milioni di euro dal Masterplan della Città metropolitana. L’incarico è stato affidato all’ingegnere Adriano Grassi, titolare di uno studio tecnico di Messina, ingegnere civile di 45 anni che opera con enti pubblici e privati in tutta Italia nel settore della progettazione e realizzazione di opere pubbliche, oltre che funzionario della Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico della Regione siciliana. Il Comune ha deciso di affiancarlo al rup, l’ingegnere Onofrio Crisafulli dell’Ufficio tecnico, in quanto “la rilevante complessità dell’iter tecnico e amministrativo per la realizzazione dell’opera pubblica richiede la necessità della collaborazione – si legge nel provvedimento di nomina – e vi è la necessità di esperire tale incarico mediante affidamento ad un professionista dotato delle necessarie competenze”. L’ingegnere Grassi percepirà un compenso di 34mila 977 euro oltre Iva e oneri, in virtù del ribasso del 10% offerto sull’importo di 38mila 863 euro previsto dal Comune: l’incarico costerà quindi in totale all’Ente 44mila 378 euro. Negli anni scorsi la precedente Amministrazione comunale guidata dal sindaco Cateno De Luca aveva già affidato incarichi esterni per lo svincolo relativamente allo studio fattibilità, redatto dagli ingegneri Carmelo Trimarchi e Antonio Ferraro e dall'architetto Massimo Stracuzzi, con la consulenza geotecnica dell’ingegnere Michele Maugeri e geologica ed ambientale del geologo Salvo Puccio. Elaborato che ha costituito il punto di partenza per le fasi successive, fino all’affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva affidata nei giorni scorsi alla società Proger di Pescara, per l’importo di 550mila 543 euro oltre Iva e oneri. Gli elaborati dovranno essere pronti nel giro di sei mesi e poi si passerà alle conferenze di servizi, dove siederà anche il Comune con i suoi tecnici interni ed esterni.

Più informazioni: svincoli a18  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.