Domenica 27 Settembre 2020
Confermato l'appalto alla società abruzzese. L'opera è finanziata nel Masterplan


Svincolo A18 di S. Teresa, affidata in via definitiva la progettazione: ecco costi e tempi

di Andrea Rifatto | 19/03/2020 | ATTUALITÀ

1786 Lettori unici

L'area dove sorgerà lo svincolo

È definitiva l’aggiudicazione della progettazione dello svincolo autostradale Santa Teresa di Riva-Val d’Agrò dell’A18 Messina-Catania. Il dirigente dell’Ufficio tecnico comunale, il geometra Francesco Pagano, ha siglato la determina conclusiva della procedura, approvando la proposta di aggiudicazione che era stata formulata il 10 febbraio dalla centrale unica di committenza del Consorzio Tirreno Ecosviluppo 2000 e contro la quale non sono stati presentati in queste settimane rilievi o contestazioni. Ad occuparsi della progettazione definitiva ed esecutiva, dello studio di impatto ambientale, del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione e della direzione lavori dell’opera sarà la società Proger Spa di Pescara, realtà attiva in tutto il mondo nel campo dell'ingegneria, che ha partecipato insieme alla Progin Spa e alla Dinamica Srl: il gruppo imprenditoriale ha ottenuto 92,9365 punti su 100 sull’offerta tecnica e ha offerto un ribasso economico del 37%, aggiudicandosi l’appalto per 550mila 543 euro oltre Iva e oneri sull’importo a base di gara di 873mila 879 euro, con un ribasso temporale del 20%. Divenuta efficace l’aggiudicazione, entro i prossimi 60 giorni si procederà con la stipula del contratto tra Comune e Proger. Il bando chiedeva la redazione del progetto definitivo entro 120 giorni dalla data del verbale di consegna del servizio e di quello esecutivo entro 60 giorni dopo l'avvenuta approvazione del definitivo: con il ribasso del 20% sui 180 giorni complessivi la Proger dovrà quindi consegnare tutti gli elaborati entro 144 giorni, ossia poco meno di cinque mesi, dal momento in cui avverrà la firma del contratto. Tutto l'iter, dunque, si dovrebbe concludere nel giro di sei mesi per passare poi alla fase di appalto dei lavori di costruzione dell'infrastruttura.

I costi di progettazione e direzione lavori dello svincolo Santa Teresa di Riva-Val d’Agrò, che sorgerà nella zona sud del paese intorno alle aree di servizio autoostradali già esistenti, sono coperti in questo momento con fondi del bilancio comunale e verranno poi garantiti dalle risorse del finanziamento da 12 milioni di euro previsto nel Masterplan della Città metropolitana. Alla fase di redazione del progetto seguiranno le conferenze di servizi per l’ottenimento dei necessari pareri e nulla osta con la contestuale procedura di inserimento nel Piano regionale dei trasporti, come richiesto dalla Regione già lo scorso anno. I lavori devono essere appaltati entro il 31 dicembre 2021, pena la perdita del finanziamento. Un rischio che vista l’importanza e la strategicità dell’opera non ci si può assolutamente permettere. Alla scadenza del termine erano state otto le offerte giunte da società di progettazione di Pescara, Verona, Perugia, Catania, Roma, Modena e Trento, tutte ammesse. Tra gli altri raggruppamenti di professionisti partecipanti alla gara d'appalto vi erano anche tecnici della zona jonica, come l’architetto Massimo Stracuzzi, uno dei progettisti dello studio di fattibilità dello svincolo, il geologo Carmelo Nicita, l’ingegnere Francesco Caminiti, l’ingegnere Gaetano Arrigo e il geologo Salvatore Andronaco.

Più informazioni: svincoli a18  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.