Giovedì 18 Aprile 2024
Primo intervento urgente della Città metropolitana ad un mese dalla frana


Strada Fiumedinisi-Santissima, dopo i crolli stanziati i fondi per la messa in sicurezza

di Andrea Rifatto | 22/10/2019 | ATTUALITÀ

1570 Lettori unici

Il costone a rischio crollo

Arrivano le prime risorse per eliminare le condizioni di rischio geomorfologico sul costone che sovrasta la Strada provinciale agricola Fiumedinisi-Santissima, dopo la frana che il 22 settembre ha interessato il tratto nella località Gialinello in contrada Badessa costringendo alla chiusura dell’arteria. Ieri la III Direzione Viabilità-Ufficio Interventi di Protezione civile della Città metropolitana di Messina ha approvato gli esiti della conferenza di servizi svoltasi nei giorni scorsi e il progetto esecutivo dell’intervento urgente necessario a mitigare il rischio caduta massi, che prevede una spesa complessiva di 20mila euro di cui 13mila 896 per i lavori a base d’asta soggetti a riduzione del 20% per affidamento diretto, 4mila 464 euro per costi della sicurezza e 4mila 418 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione. In conferenza dei servizi sono arrivati i pareri favorevoli al progetto dall’Ufficio Urbanistica del Comune di Fiumedinisi, dall’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste per il vincolo idrogeologico e dalla Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali di Messina-Sezione Beni paesaggistici e dunque il dottor Biagio Privitera del Servizio Protezione civile della Città metropolitana, responsabile unico del procedimento, ha proceduto con l’approvazione finale. La frana del 22 settembre, oltre a provocare la caduta massi sulla Strada Fiumedinisi-Santissima, ha messo a nudo ulteriori gravi criticità sul costone, dove sarà necessario procedere con l'intervento di rocciatori specializzati per il disgaggio delle porzioni di roccia che appaiono prossime al distacco e con l'installazione di alcuni tratti di barriere paramassi. Nel frattempo la circolazione è stata deviata su una strada alternativa che però si trova in condizioni precarie e che in caso di piogge intense sarebbe a forte rischio. Dunque l’intervento in contrada Badessa si rende quanto mai urgente per consentire la riapertura della strada in condizioni di sicurezza.

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.