Venerdì 14 Agosto 2020
Dubbi sui collegamenti con la viabilità esistente, in particolare a Sant'Alessio


Ss 114, passerelle Agrò e Nisi: problemi all'orizzonte

di Andrea Rifatto | 11/07/2016 | ATTUALITÀ

3336 Lettori unici

Il cantiere della passerella nel torrente Agrò

Procedono secondo la tabella di marcia i lavori di costruzione delle passerelle sui torrenti Agrò, tra S. Teresa di Riva e S. Alessio Siculo, e Nisi, tra Nizza di Sicilia e Alì Terme. Le opere, una volta completate, serviranno a garantire la circolazione sulla Statale 114 in sostituzione dei ponti Agrò e Nisi, dove si transita attualmente a senso unico alterato regolato da semafori, che verranno demoliti e ricostruiti. Sull’Agrò l’Anas conta di completare gli interventi entro fine luglio, considerato che sono già state gettate le fondazioni sulle quali nei prossimi giorni verranno posate le canne metalliche che faranno da basamento per la sede stradale, così da consentire il transito dei veicoli con doppio senso di marcia. Per il Nisi, invece, dove si sta procedendo anche con una bonifica ambientale dell’alveo, i tempi saranno più lunghi.

Rimangono però forti perplessità sulla viabilità di collegamento tra le passerelle e i centri abitati: i progetti redatti nel 2008, infatti, riguardano esclusivamente gli interventi relativi alla costruzione delle opere tra le due sponde dei corsi d’acqua, mentre la prosecuzione con l’innesto alle strade comunali o provinciali verso la Ss 114, come spiegato dall’Anas, rimane una questione che devono risolvere le amministrazioni locali. La problematica interessa in particolare S. Alessio, dove il collegamento della passerella avverrà tramite due semicurve in un tratto particolarmente stretto racchiuso tra due terreni demaniali, dove sono necessari diversi interventi per consentire il transito in entrambe le direzioni ed evitare problemi a mezzi pesanti e autobus. L’Anas ha comunque già manifestato la volontà di voler collaborare con il Comune nel procedere all’occupazione temporanea per motivi di pubblica utilità di alcune aree e alla demolizione di un piccolo deposito che sorge all’angolo con la Provinciale 12, dove sarà anche necessario spostare un palo dell’Enel per consentire l’allargamento della strada. Questioni che andavano affrontate in fase progettuale, come evidenziato anche dal Genio civile nei mesi scorsi, e che rischiano adesso di far slittare i tempi di apertura di entrambe le bretelle. Ancora da completare, invece, la progettazione dei due nuovi ponti, per i quali mancano anche le risorse economiche, “riproposte nel quadro dei fabbisogni di Anas”. Tradotto: non ci sono. 

Più informazioni: anas  ponte nisi  ponte agrò  passerelle provvisorie  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.