Giovedì 25 Febbraio 2021
Per tre mesi contrasto all'abusivismo commerciale e controlli sul distanziamento


"Spiagge sicure", ecco il progetto di Sant'Alessio: in estate più personale e servizi

di Andrea Rifatto | 23/06/2020 | ATTUALITÀ

965 Lettori unici

La spiaggia di Sant'Alessio affollata domenica

È stato redatto e inviato alla Prefettura per l’approvazione il progetto “Spiagge sicure” per l’estate a Sant’Alessio, unico comune del comprensorio ad essere stato inserito dal Ministero dell’Interno nel programma nazionale che prevede l’erogazione di finanziamenti per l’attuazione di iniziative di prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della vendita di prodotti contraffatti. La cittadina del Capo riceverà 32mila euro da destinare alla lotta alla contraffazione e all’abusivismo ma quest’anno, tenuto conto dell’emergenza epidemiologica, i fondi potranno essere utilizzati anche per la verifica del rispetto delle misure di distanziamento sociale e delle prescrizioni previste per prevenire o ridurre il rischio di contagio da Covid-19. L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Foti ha deciso di spendere le somme attuando diverse iniziative, nel periodo dall’1 luglio al 30 settembre, come delimitazione e organizzazione di tratti di spiaggia libera per il distanziamento sociale; sorveglianza quotidiana dei varchi di accesso alla spiaggia, soprattutto nei fine settimana e nei festivi, al fine di garantire il distanziamento sociale; sorveglianza e gestione del traffico veicolare e pedonale sul lungomare, per garantire l’ordine e la sicurezza e prevenire l’abusivismo commerciale; sorveglianza tramite steward/ispettori ambientali sulla spiaggia per prevenire e contrastare il commercio abusivo e il pericolo di diffusione del Covid-19. Il Comune ha previsto di stipulare una convenzione con un’associazione di volontariato per avere 4 ispettori ambientali per due mesi per 5 ore al giorno e di assumere per tre mesi (luglio-settembre) altri 2 vigili urbani stagionali per 24 ore settimanali. I costi per il personale ammontano a 6mila 400 euro per gli ispettori ambientali e 9mila 600 euro per i due vigili urbani, per un totale di 16mila euro, mentre l’altro 50% verrà speso per acquistare attrezzature, tra cui un’app (5mila euro), cartelloni e transenne (2mila), paletti e corde per delimitare la spiaggia (1.850 euro), una passerella per disabili (5mila), sedie da mare per disabili (2mila) e un faro illuminante. Adesso la Prefettura procederà alla verifica dell’istanza e, acquisito il parere del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, deciderà se approvare il progetto, invitare il Comune a produrre eventuali chiarimenti e documentazione integrativa oppure respingere l’istanza.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.