Sabato 27 Novembre 2021
La vicepresidente del Pd ha incontrato amministratori e dirigenti per fare il punto


Scuola, il viceministro Ascani a Nizza: "Rientro a settembre in presenza e in sicurezza"

12/08/2020 | ATTUALITÀ

1056 Lettori unici

Il viceministro con il circolo Pd di Nizza

Ha fatto tappa anche a Nizza di Sicilia l’on. Anna Ascani, viceministro dell’Istruzione, Università e Ricerca in visita in Sicilia per analizzare la situazione a poche settimane dall’avvio delle lezioni del nuovo anno scolastico. La rappresentante del Governo Conte è stata accolta nel cortile della scuola secondaria di primo grado “Vittorio Alfieri” dai dirigenti e da una rappresentanza degli insegnanti del locale Istituto comprensivo, dal sindaco Piero Briguglio assieme alle varie forze politiche che caratterizzano la compagine amministrativa e ai rappresentanti degli amministratori del territorio dove ricade il Comprensivo di Alì Terme. All’incontro con l’on. Ascani, che è anche vice presidente del Partito democratico, hanno preso parte il segretario provinciale Pd Nino Bartolotta, gli esponenti del Partito Filippo Panarello, Nicola Marchese e Giacomo D’Arrigo e il coordinatore del Circolo di Nizza, Gaetano Scarcella. L'occasione è stata favorevole per presentare al viceministro una tra le scuole più complesse della provincia di Messina, articolata in sedici plessi e dislocata su sei comuni. La dirigente scolastica Rosita Alberti ha rappresentato le difficoltà e gli sforzi sostenuti dal corpo docente e dai dirigenti per far fronte alla emergenza Covid, evidenziando le misure messe in atto dalla scuola durante tutto il periodo di emergenza e ponendo l'attenzione sulla programmazione Pon e Pnsd cui ha aderito, al fine di intercettare tutti i fondi messi a disposizione per l'approvvigionamento di infrastrutture digitali e arredi necessari alla prossima ripartenza in sicurezza delle attività didattiche in presenza; il sindaco si è soffermato sulla situazione dei plessi scolastici, in particolare sui lavori già eseguiti di adeguamento e messa in sicurezza e su quelli programmati, e sulla necessità di garantire, pur nelle contingenze determinate dall’emergenza, i servizi minimi tra cui quelli di accompagnamento; il segretario provinciale Bartolotta, nell’evidenziare le criticità riscontrate nelle varie scuole della provincia per adempiere, adeguatamente e nei tempi previsti, ai provvedimenti emanati dal Governo, ha chiesto di velocizzare l’iter per l’assegnazione dei fondi al fine di garantire alle amministrazioni in cui ricadono i vari plessi scolastici l’esecuzione dei necessari interventi, mentre il coordinatore del Pd Scarcella ha voluto sottolineare l’importanza di questo primo incontro pubblico del Partito finalizzato, tra l’altro, ad realizzare un confronto concreto e operativo tra Governo e istituzioni locali su un tema così cruciale qual è quello della Scuola.


Il viceministro Anna Ascani ha ribadito l’impegno per garantire un rientro a settembre in presenza e in sicurezza: “A tal fine sono state stanziate importanti risorse da investire in interventi di edilizia scolastica leggera e a supporto degli istituti scolastici e dei territori - ha detto - per organizzare una ripresa che tenga conto dei protocolli di sicurezza per il contenimento del contagio, assicurando la migliore formazione possibile per gli studenti di tutte le classi”. Si attende il riscontro del Ministero dell’Economia che potrebbe dare l'avvio alla fase attuativa, in particolare l'assegnazione di organico aggiuntivo agli Istituti. “Il Ministero – ha sottolineato l’on. Ascani – sta portando avanti da mesi un piano per la riduzione dei divari territoriali negli apprendimenti che va in questa direzione. Grazie all’impegno del Governo in ambito europeo sono adesso a disposizione i fondi del Recovery Fund che potranno essere destinati in investimenti che possono consentire di intervenire strutturalmente su criticità che dividono il Paese da anni”. Il viceministro, rivolgendosi al corpo docente, ha evidenziato l'importanza della relazione educativa ma ha anche sollecitato i docenti ad un ripensamento delle modalità di insegnamento tale da mettere al centro lo studente, come protagonista attivo e consapevole del proprio percorso di apprendimento. Dopo un breve scambio di domande con i numerosi cittadini intervenuti, che è stata un’ulteriore occasione di rassicurazione sia per gli aspetti operativi sia per gli aspetti formali tesi a ricostituire l'imprescindibile fiducia nelle Istituzioni in generale ed in particolare tra scuola e famiglie, Anna Ascani ha visitato il plesso della scuola “Vittorio Alfieri” interessato da recenti lavori di ristrutturazione, mostrando grande apprezzamento per il proficuo lavoro dei docenti e di tutto il personale dell'Istituto, soffermandosi in particolare sui lavori dei laboratori di ceramica, di musica e di arte realizzati dai giovani alunni della locale scuola che, in una fase così incerta, lanciano all’esterno un segnale di positività e di speranza per un rapido ritorno alla normalità.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.