Martedì 24 Novembre 2020
Il Comune punta a promuovere e rendere fruibile il maniero del XIII secolo


Scaletta Zanclea, si cerca un gestore per il castello Rufo Ruffo

di Andrea Rifatto | 16/02/2016 | ATTUALITÀ

2788 Lettori unici

Il castello Rufo Ruffo (foto Antonio Triolo)

Aprire le porte del castello Rufo Ruffo, imponente struttura del XIII secolo arroccata sul punto più alto del paese, per renderlo pienamente fruibile a turisti e visitatori e promuoverne la sua bellezza. È l’obiettivo dell’Amministrazione comunale di Scaletta Zanclea, che ha deciso di avviare un’indagine di mercato diramando un avviso esplorativo finalizzato ad individuare dei soggetti a cui affidare il servizio di presidio di accoglienza, promozione, informazione turistica e visite guidate con guide turistiche autorizzate presso il maniero voluto da Federico II di Svevia, che domina il panorama circostante da Scaletta superiore. Il servizio dovrà assicurare l’accoglienza turistica, visite guidate in giorni prestabiliti e/o fissati su prenotazione, operatività in ambito di marketing turistico a favore delle relazioni con le strutture di settore (alberghi, case vacanze, bed & breakfast, uffici turistici, tour operator, agenzie viaggi, compagnie di crociera, aeroporti, cooperative di trasporto), distribuzione gratuita delle informazioni e del materiale promozionale al visitatore in loco o tramite web, e- mail, telefono, raccolta ed inoltro al Comune delle schede di gradimento/reclami, raccolta dati sull'affluenza e relative statistiche, consulenza gratuita ai visitatori per la ricerca e la disponibilità ricettiva alberghiera ed extra alberghiera, promozione di spettacoli, mostre, eventi culturali ed eno-gastronomici sul posto, iscrizioni, prenotazioni, verifiche di disponibilità per la partecipazione a visite guidate, eventi, spettacoli organizzati sul territorio, promozione di attività didattiche rivolte agli istituti scolastici, favorire i gemellaggi turistico/culturali con città estere ed entità internazionali. L’affidatario del servizio dovrà provvedere alla direzione, sorveglianza e controllo per assicurare l’efficienza del servizio, reperendo ed utilizzando personale specializzato da affiancare al personale comunale.

La manifestazione di interesse potrà essere presentata da cooperative sociali e associazioni il cui statuto, regolarmente registrato, preveda tale tipologia di attività: la documentazione andrà indirizzata, a pena di esclusione, al Comune di Scaletta Zanclea e fatta pervenire con qualunque mezzo all’Ufficio Protocollo entro le ore 12:30 del giorno 25/02/2016. Le istanze saranno considerate dall’Amministrazione come una disponibilità alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa per la promozione turistica e culturale del castello Rufo Ruffo: l’affidamento del servizio è previsto fino al 31 dicembre 2016 ed è eventualmente prorogabile per ulteriori 12 mesi.

Nei giorni scorsi il castello scalettese ha ricevuto la visita dell'assessore regionale ai Beni culturali e dell’Identità siciliana, Carlo Vermiglio, che è stato accompagnato nella struttura dal sindaco Gianfranco Moschella e dal professore Franz Riccobono, studioso messinese di storia siciliana, archeologo e cultore di tradizioni popolari. Un luogo simbolo ricco di storia e tradizioni che ha ospitato di recente interessanti eventi culturali, come la manifestazione “Alla corte di Macalda”, che nell’estate scorsa ha riaperto le porte del maniero rievocando la storia della dama di compagnia che nacque al suo interno nel 1240. Un evento visto come la volontà di voler rilanciare turisticamente il castello, che merita senza dubbio di essere conosciuto e fruito a pieno da residenti e turisti. 

Più informazioni: castello rufo ruffo  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.