Mercoledì 24 Luglio 2024
Finanziati due progetti dell'Amministrazione per riconvertire vecchi edifici scolastici


Scaletta, da Governo e Regione 3,2 milioni per realizzare due centri di aggregazione

di Andrea Rifatto | 11/09/2022 | ATTUALITÀ

763 Lettori unici

L'ex scuola di Guidomandri Superiore

Due finanziamenti per restituire alla collettività altrettante strutture pubbliche, che torneranno a vivere dopo anni di chiusura e oblio. A Scaletta Zanclea arrivano 3,2 milioni di euro grazie alla partecipazione dell’Amministrazione comunale a due avvisi del Governo e della Regione per intercettare le risorse europee del Piano nazionale di ripresa e resilienza e del Fondo di sviluppo e coesione, che permetteranno così di riconvertire due strutture e farle rinascere per scopi diversi. Dall’Assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro giungono 1,2 milioni di euro per un progetto di riconversione dell’ex scuola elementare di piazza Croce a Scaletta Superiore, che diventerà un Centro di aggregazione per minori dai 4 ai 18 anni, capace di ospitare fino a 50 utenti, affinché diventi un importante punto di riferimento per i giovani e assuma una funzione sociale per la popolazione scalettese e non solo. All’interno sono previsti spazi di aggregazione, musica, cultura e creatività, laboratori, spazi per impresa giovanile, sport, bar-piccola ristorazione, ospitalità e servizi connessi. Le risorse arrivano dall’avviso per “interventi infrastrutturali sistemici e integrati con i relativi servizi in favore della famiglia e del suo benessere psicofisico per contrastare la denatalità, lo spopolamento dei luoghi, le solitudini involontarie e l’invecchiamento della popolazione e il progetto ammesso a finanziamento è già di livello esecutivo.

Altri 2 milioni di euro saranno invece destinati all’ex scuola di Guidomandri Superiore, che verrà ristrutturata e riconvertita in Centro polifunzionale per le famiglie. Un intervento atteso da anni, un altro immobile pubblico che verrà restituito alla fruizione della comunità, un nuovo importante tassello ai fini del rilancio e dello sviluppo del territorio. Le risorse arrivano dal Ministero della Pubblica Istruzione dopo la partecipazione all’avviso per progetti relativi ad opere pubbliche di messa in sicurezza, ristrutturazione, riqualificazione o costruzione di edifici di proprietà dei comuni destinati ad asili nido e a scuole dell’infanzia e a centri polifunzionali per i servizi alla famiglia, finanziato con i fondi del Pnrr. La struttura verrà riconvertita con la creazione di spazi di accoglienza con sportello informativo-colloqui, ludico-creativo per l’infanzia, attività laboratoriali ed extra scolastiche, allattamento-sonno e spazi all’aperto. “Due importanti finanziamenti che arricchiscono il già nutrito elenco di interventi finanziati intercettati in questo ultimo scorcio di legislatura - commenta l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianfranco Moschella - grazie all’ instancabile tenacia del vicesindaco Domenico Cifalà. Due opere di grande impatto sociale che saranno restituite alla comunità”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.