Lunedì 06 Febbraio 2023
Concluse le procedure di stabilizzazione e firmati i contratti dopo 30 anni di servizio


Scaletta, 25 dipendenti comunali dicono addio al precariato: "Per loro dignità e rispetto"

di Andrea Rifatto | 02/04/2022 | ATTUALITÀ

1843 Lettori unici

Dipendenti e amministratori dopo la firma dei contratti

Un iter iniziato oltre tre anni fa, arrivato adesso al termine con la tanto attesa firma. Possono contare su maggiori certezze da ieri 25 dipendenti del Comune di Scaletta Zanclea, che hanno sottoscritto il contratto di lavoro a tempo indeterminato al termine delle procedure di stabilizzazione avviate a fine 2018 dall’Amministrazione comunale. Un percorso lungo arrivato ad una svolta lo scorso dicembre, quando il Comune ha approvato le direttive per il reclutamento speciale transitorio dei lavoratori a tempo determinato, in servizio da tanti anni in municipio e fondamentali per portare avanti l'attività amministrativa. La firma dei contratti è avvenuta al Polifunzionale nel corso di una cerimonia, non senza commozione per lo storico passaggio, davanti al sindaco Gianfranco Moschella, alla segretaria comunale Giuseppina Minissale, agli assessori, ai consiglieri, ai responsabili degli uffici comunali e ai rappresentanti sindacali. Il contratto a tempo indeterminato a 21 ore settimanali, siglato con il responsabile dell’Area Servizi generali e istituzionali Pasqualino Italiano al termine delle procedure pubbliche di selezione e concorso, è stato sottoscritto da 25 impiegati: i categoria A Gabriella Auditore, Francesca Bagnato, Santa Schirò e Caterina Cordaro; i categoria B Giusy De Luca, Mario Salvatore Bottari e Filippa Manoti e i categoria C Maria Micalizzi, Angela De Luca, Giuseppina Barbera, Maria Grazia Micalizzi, Giuseppina Briguglio, Antonino Busà, Emilia Auditore, Giuseppa Autano, Anna Maria Buccini, Lucia Manganaro, Nunziata Tavilla, Gianna Briguglio, Angela De Luca, Angela Parisi, Giuseppe Caruso, Paola Manganaro, Angela Di Blasi e Giovanna Aloisi. A Scaletta è intervenuta  per un saluto anche la deputata regionale di Forza Italia Bernardette Grasso, fino ad un anno fa assessore alle Autonomie locali e alla Funzione pubblica che ha seguito il percorso di stabilizzazione dei lavoratori degli Enti locali. “Dopo 30 anni di precariato si scrive oggi a Scaletta Zanclea una nuova pagina di storia - ha commentato il primo cittadino - la stabilizzazione rende dignità e rispetto a coloro che per tanti anni si sono adoperati per facilitare la quotidianità dei nostri concittadini”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.