Lunedì 30 Novembre 2020
Illuminazione pubblica perennemente accesa nella frazione Mancusa. Lamentele dei cittadini


Savoca. Spreco di energia elettrica del Comune

di Andrea Rifatto | 11/10/2014 | ATTUALITÀ

1740 Lettori unici

Lampade accese durante tutta la giornata

In tempi di spending review e tagli di beni e servizi, non tutti sembrano seguire questa strada. Siamo a Savoca, precisamente nella frazione Mancusa, dove l’impianto di pubblica illuminazione che serve le vie e le piazze della borgata è chiamato a fare gli straordinari: lampadine e fari rimangono infatti perennemente accesi sia di giorno che di notte. Dopo le prime settimane, i residenti, notata l’anomalia, si sono rivolti al Comune per segnalare il fatto. “Dal mese di giugno la situazione non è cambiata - spiegano - sono trascorsi ormai più di tre mesi e dal palazzo municipale non è arrivata alcuna risposta, né si è intervenuto per risolvere il problema”. E così l’illuminazione pubblica continua a rimanere attiva anche durante le ore diurne, destando rabbia tra gli abitanti di Mancusa, che vedono perpetrarsi sotto i loro occhi uno spreco a dir poco assurdo. Ciò che li preoccupa, poi, è il fulminarsi delle prime lampade, fenomeno che nel giro di poco tempo potrebbe estendersi a tutti i corpi illuminanti, rischiando di lasciare al buio la frazione. E come già successo in passato, temono che il Comune non intervenga a sostituire le lampade con la motivazione che le risorse non sono sufficienti. Un paradosso, dunque, che basterebbe poco per essere risolto, permettendo all’ente comunale di risparmiare somme che finora sono state mal spese, garantendo allo stesso tempo ai cittadini un importante servizio di pubblica utilità. Giriamo la segnalazione al Comune di Savoca, nella speranza che si intervenga al più resto per apportare i dovuti correttivi all’impianto di pubblica illuminazione di Mancusa. 

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.