Mercoledì 19 Giugno 2024
Il responsabile dell'Area Finanziaria non ha sottoscritto la comunicazione del sindaco


Savoca, nota sulla Corte dei conti firmata a sua insaputa:Santisi si dissocia da Stracuzzi

di Andrea Rifatto | 18/12/2022 | ATTUALITÀ

883 Lettori unici

Il responsabile dell'Area Finanziaria Teodoro Santisi

Non sono state condivise dal responsabile dell’Area Economico-Finanziaria del Comune di Savoca le dichiarazioni fatte dal sindaco Massimo Stracuzzi nell’ultima seduta del Consiglio comunale, in merito alla Pronuncia specifica della Corte dei conti che ha rilevato numerose criticità contabili su nove bilanci. In aula il primo cittadino aveva cercato di sminuire la vicenda parlando di errata interpretazione fornita dalla stampa locale” e attaccando fino ad affermare che “nessuna pronuncia è stata emanata dalla Corte dei conti contrariamente a quanto asserito artatamente dalla stampa, bensì una nota”, nonostante i corretti riferimenti alla deliberazione dei giudici contabili riportati nel nostro articolo. Un documento, quello letto in Consiglio e allegato alla delibera della seduta, che in calce riporta anche i nomi della segretaria comunale Cristina Milazzo e del responsabile dell’Area Finanziaria Teodoro Santisi, come confermato nel verbale del Consiglio in cui viene specificato che la comunicazione del sindaco “è sottoscritta insieme al segretario comunale e al responsabile dell’Area Economico-Finanziaria”.

Santisi, però, non aveva mai sottoscritto quel documento e ha scoperto la presenza del proprio nome solo dopo la pubblicazione della notizia e della delibera, rimanendo piuttosto sorpreso e prendendo le distanze. Così ha fatto presente alla segretaria comunale di non poter avallare e firmare una nota dal carattere politico, in quanto dipendente pubblico, dissociandosi dalle parole sottoscritte da Stracuzzi e Milazzo. Quest’ultima ha dunque pubblicato una nota di rettifica parlando di “mero errore materiale” che ha portato ad inserire anche il nome di Santisi nella comunicazione letta dal sindaco. Intanto il Comune ha inviato alla Corte dei conti le proprie controdeduzioni alla Pronuncia specifica e sarà a Palermo martedì 20 per incontrare i giudici in contraddittorio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.