Mercoledì 01 Dicembre 2021
Lamentele per le opere in corso sulla Sp 21. Il sindaco rassicura: "Interverremo noi"


Savoca, l'acqua piovana? Si scarica nei terreni. Residente protesta contro i lavori - FOTO

di Andrea Rifatto | 19/04/2021 | ATTUALITÀ

817 Lettori unici

L'acqua allaga anche la piazzetta pubblica

Sono in corso da diversi mesi i lavori di manutenzione straordinaria, messa in sicurezza e sistemazione del piano viabile di tre strade provinciali tra Savoca e Casalvecchio Siculo, appaltati dalla Città metropolitana grazie ad un finanziamento di 1,2 milioni di euro del Masterplan. Ma non mancano perplessità e lamentele sulle modalità di esecuzione delle opere. A sollevarle è in particolare un residente della frazione savocese di Romissa, che in questi giorni ha contestato duramente le opere sulla Sp 21 che attraversa la borgata. Oggetto delle proteste è la “nuova” modalità di smaltimento delle acque, che avviene tramite delle aperture lasciate in fase di getto nei parapetti in cemento armato costruiti sul ciglio stradale, non essendoci per un lungo tratto nella zona di Romissa alcuna caditoia stradale. Di conseguenza, in caso di pioggia, l’acqua si riversa sulle scarpate sottostanti e quindi sui terreni, sia pubblici che privati. “È una situazione inaccettabile - ci ha spiegato il signor Mario Di Caudo - al di sotto della strada si trova la mia proprietà, ho delle coltivazioni e delle strutture nelle quali detengo degli animali e quando piove tutta l’acqua finisce nel mio terreno, provocando dei profondi solchi. Ho anche realizzato dei muretti per sistemare il fondo ma così rischio di subire gravi danni”. Il residente ha spiegato le proprie ragioni anche all’impresa esecutrice e dopo aver fatto presente di volersi rivolgere alla stampa per denunciare quella che ritiene un’anomalia, gli operai hanno chiuso con il cemento due aperture nel muro della Sp 21 in corrispondenza del suo terreno. “Sono decenni che la mia famiglia va avanti con contenziosi con l’ex Provincia anche per questa criticità - aggiunge Di Caudo - e in occasione degli ultimi lavori contavamo che il problema dello smaltimento delle acque sarebbe stato risolto, invece si continua a scaricarle nelle scarpate senza pensare a cosa ci sia sotto”. Tra l’altro l’assenza di sistemi di raccolta provoca anche l’allagamento della piazzetta sottostante e il Comune, in vista della sua ristrutturazione, è deciso ad intervenire: “Abbiamo già concordato con la Città metropolitana che saremo noi a realizzare il convogliamento delle acque meteoriche subito dietro il muro - ci dice il sindaco Massimo Stracuzzi - per scaricarle poi a valle. Per questi interventi utilizzeremo una parte dei contributi che ci ha assegnato il Governo, destinati alla riqualificazione della piazzetta di Romissa che una volta sistemata non potrà ovviamente continuare ad allagarsi come avviene oggi. Rassicuro i residenti e li invito ad attendere la fine dei lavori, che non arrecheranno danni a nessuno”. L’intervento del Comune dovrebbe quindi risolvere la problematica. La minoranza consiliare ha annunciato intanto di voler chiedere copia del progetto per capire esattamente quali lavori siano previsti sulle arterie provinciali che ricadono in territorio savocese.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.