Sabato 22 Giugno 2024
Studenti rientrati nel plesso di Rina totalmente ristrutturato. Si lavora all'ultima parte


Savoca, la scuola riapre dopo due anni di lavori con la benedizione dell'arcivescovo -FOTO

di Andrea Rifatto | 26/09/2023 | ATTUALITÀ

1075 Lettori unici

Il prospetto principale e l'ingresso dell'edificio

Ad accoglierli sulla strada di ingresso c’è un murale che amministratori comunali e volontari hanno realizzato lavorando giorno e notte, mentre all’interno hanno trovato spazi accoglienti e colorati, più moderni e soprattutto più sicuri. È stata riaperta ieri la scuola primaria e secondaria di primo grado di Savoca, situata nella frazione Rina, interessata da due anni da lavori di ristrutturazione, adeguamento alle norme di agibilità, sicurezza delle strutture e degli impianti, igiene, eliminazione delle barriere architettoniche e miglioramento energetico. Opere finanziate dalla Regione con un contributo di 862mila 322 euro e 95mila 813 euro di fondi comunale, realizzate dall’impresa “Consorzio Jonico Srl” di Valverde per l’importo di 640mila euro circa. Un iter iniziato nel 2016 quando la precedente Amministrazione comunale ha approvato un progetto esecutivo da 958mila 136 euro per ristrutturare l’immobile, redatto dall’ingegnere Lucio Nicita dell'Ufficio tecnico, presentando richiesta di finanziamento per partecipare ad un bando dell'Assessorato regionale della Pubblica Istruzione; nel 2017 l'istanza è stata accolta e dopo tre anni i fondi sono stati resi utilizzabili dal Comune. Rispetto al progetto iniziale, che prevedeva una spesa di 715mila per lavori e 243mila136 euro per somme a disposizione, a maggio sono state apportate delle modifiche dal nuovo progettista, l’architetto Antonino Santoro dell'Ufficio tecnico, in seguito alle verifiche di vulnerabilità sismica da cui è emersa la necessità di eseguire un più consistente intervento di miglioramento strutturale per rinforzare l'edificio e consentire un miglioramento di classe sismica, oltre alla sostituzione degli infissi, la posa di cappotto termico e l’installazione di nuovi impianti.

Gli ultimi interventi di abbellimento sono stati completati nei giorni scorsi grazie all’azione di volontari e amministratori, con in testa il sindaco Massimo Stracuzzi, e da ieri gli studenti sono tornati nella loro scuola, dopo essere stati trasferiti nell’ex plesso dell’elementare utilizzato un periodo anche come municipio. Un rientro reso particolare dalla visita dell’arcivescovo di Messina, monsignor Giovanni Accolla, che ha fatto tappa a scuola per benedire il plesso, accompagnato dal sindaco, nel corso della sua visita pastorale nella zona. Nella scuola di Rina rimane aperto un cantiere: proseguono infatti i lavori di ampliamento per la costruzione di un corpo aggiunto da utilizzare come mensa, finanziati dal Ministero dell’Istruzione con 127mila 800 euro del Pnrr: ad eseguirli è l’impresa “Fevi Costruzioni Srls” di Santa Teresa di Riva per 71mila 980 euro, che dovrebbe concluderli a gennaio.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.