Mercoledì 17 Luglio 2024
Alcuni cittadini si scagliano contro l'Amministrazione, che smentisce e replica


Savoca, impiegato disabile accusa un assessore di averlo fotografato ed è polemica

di Andrea Rifatto | 19/12/2020 | ATTUALITÀ

1734 Lettori unici

Gli amministratori hanno respinto al mittente le accuse

Un dipendente comunale disabile assegnato ai servizi esterni accusa un assessore di averlo fotografato durante l’orario di lavoro e a Savoca esplode la polemica tra i cittadini e l’Amministrazione. L’impiegato, infatti, tramite un post su Facebook pubblicato da una familiare, ha lamentato di essere stato immortalato in uno scatto effettuato con il cellulare da un amministratore, sentendosi evidentemente leso: “Questa è una vergogna, un operatore invalido, l’unico rimasto che da 31 anni svolge il suo lavoro con professionalità e impegno e che da circa 11 anni mette a disposizione del Comune il suo mezzo privato”, è stata la denuncia esposta sulla piazza virtuale. Diversi i commenti di sdegno e biasimo da parte dei savocesi e non è mancato qualche insulto all’indirizzo del sindaco, Massimo Stracuzzi. L’amministratore sotto accusa era l’assessore Pippo Trimarchi, che a nome di tutto l’esecutivo cittadino ha respinto con forza gli addebiti, smentendo la ricostruzione e parlando di esternazioni gravi e lesive per l’immagine del Comune: “Non corrisponde al vero che un assessore ha fotografato un operatore ma era in giro per il territorio comunale con il consigliere di maggioranza Onofrio Triolo e ha effettuato diversi sopralluoghi in merito a lavori in corso o da effettuare, scattando qualche foto riguardante i lavori - ha replicato Trimarchi - e si è limitato a controllare i lavori che dovevano essere ancora completati e a cui il dipendente era stato precedentemente demandato insieme ad altri.Tra l’altro l’operatore interessato non si trovava sui luoghi fotografati, benché dovesse trovarsi in quel posto in quanto zona assegnata per lo svolgimento dei lavori, ma si era allontanato senza dare comunicazione all’Amministrazione ed è venuto a conoscenza del fatto che l’assessore aveva scattato delle foto solo perchè l’assessore stesso, in totale buona fede, aveva mostrato che i lavori commissionati non erano stati ancora completati”. Dunque una ricostruzione totalmente diversa da parte dell’Amministrazione, che non ha gradito commenti e critiche fondate su fatti giudicati falsi e ha ribadito di non aver mai leso i diritti dei lavoratori ma di essere sempre stata attenta alle loro esigenze, venendo incontro alle loro richieste, evidenziando come sarebbe stata opportuna una una smentita dei fatti da parte di chi ha pubblicato il post sui social network che però non è arrivata. “L’invito a conoscere la verità dei fatti, prima di commentare, è rivolto anche a chi riveste un ruolo nel palazzo municipale - ha aggiunto nella sua nota l’assessore Pippo Trimarchi - in quanto non è così che si fa il bene della comunità”: parole rivolte al capogruppo di minoranza Giuseppe Muscolino che in un commento aveva espresso solidarietà verso il dipendente comunale.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.