Mercoledì 03 Marzo 2021
Intervento della Città metropolitana: sarà realizzato un nuovo manufatto


Savoca, demolito il "muro della vergogna" sulla Sp 19: rimosso il pericolo per il transito

di Andrea Rifatto | 23/02/2021 | ATTUALITÀ

717 Lettori unici | Commenti 1

Il tratto di muro abbattuto

È stato demolito il “muro della vergogna” realizzato nelle scorse settimane sulla Strada provinciale 19 che conduce a Savoca, dove sono stati effettuati dalla Città metropolitana di Messina degli interventi di sistemazione e messa in sicurezza dell’arteria con la costruzione di nuovi parapetti in cemento armato a protezione della circolazione. Come avevamo segnalato, sull’arteria era spuntato un tratto di muro che terminava con uno spigolo sporgente sulla sede stradale e poi cambiava nuovamente direzione verso l’esterno, proseguendo in direzione monte. Un intervento che si commentava da solo perchè il manufatto, oltre ad essere un vero e proprio pugno in un occhio, era anche pericoloso per chi circolava sulla Sp 19. Dell’errore si è resa conto anche l’ex Provincia, che è prontamente intervenuta abbattendo il parapetto nel punto incriminato e delimitando il margine della strada con una rete da cantiere, in attesa di ricostruire la struttura, questa volta si spera in modo corretto e a regola d’arte. In quel punto la strada poggia su un muro di sostegno che non era stato sfruttato a pieno per realizzarvi sopra il parapetto e si potrebbe adesso valutare di realizzare una piccola soletta a sbalzo in modo da costruire un muro dritto al posto della struttura curvilinea come quella venuta fuori, senza doverlo raccordare e dar vita quindi a quell’orrendo e pericoloso spigolo. Ci auguriamo che tecnici e maestranze trovino al più presto la migliore soluzione per tutti, in modo tale che sia garantita la massima sicurezza alla circolazione stradale.


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 23/02/2021 alle 13:00:04

Basta armare opportunamente la base del muro! Per capirlo non ci vuole un ingegnere, che serve solo per fare il calcolo!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.