Sabato 27 Novembre 2021
Lavori finanziati dalla Protezione civile nazionale dopo il maltempo del 2016


Savoca, appaltata la messa in sicurezza del torrente Rina: stop al rischio esondazione

di Andrea Rifatto | 02/04/2021 | ATTUALITÀ

588 Lettori unici

La zona dove interverranno le ruspe

Sarà messo presto in sicurezza il torrente Rina, che attraversa l’abitato dell’omonima frazione di Savoca e confluisce poco più a valle nel torrente Agrò. Il Comune ha infatti appaltato i lavori di risagomatura dell’alveo con il contestuale ripristino di un tratto d’argine, finanziati dalla Protezione civile nazionale con l’ordinanza 458/2017, emanata dopo l’ondata di maltempo che ha colpito il territorio comunale tra il 24 e il 25 novembre del 2016 con il conseguente ingrossamento del torrente e l’aumento del rischio di esondazione per via dell’innalzamento del livello del letto. L’appalto, al termine delle procedura di gara avviate lo scorso agosto, è stato aggiudicato all’impresa “Santoro Mario Maurizio” di Casalvecchio Siculo, che ha offerto un ribasso del 10,22% sull’importo a base d’asta di 101mila 455 euro e si è aggiudicata la procedura per 87mila 791 euro, oltre 3mila 670 euro per oneri di sicurezza, per un totale di 91mila 461 euro e dunque con un’economia di 12mila 192 euro. Le ruspe entreranno in azione nella parte a valle del ponte tra le frazioni Rina e Contura, sulla Strada provinciale 17, e verranno effettuati interventi di movimentazione del materiale detritico (senza asportazione) che verrà depositato ai lati per rinforzare gli argini e ridurre il rischio di straripamento in caso di piena. Il progetto esecutivo è stato redatto dall’ingegnere Giuseppe Giannetto di Sant’Alessio Siculo, incaricato nell’agosto 2019, e approvato un anno dopo dalla Giunta dopo l’ottenimento dell’autorizzazione paesaggistica della Soprintendenza ai beni culturali e ambientali, del parere favorevole del Genio civile, del nulla osta idrogeologico del Corpo Forestale e dell’autorizzazione idraulica dell’Autorità di bacino. Responsabile del procedimento è il geometra Luciano Saglimbeni, mentre direttore dei lavori l’architetto Nino Santoro, entrambi dipendenti dell’Ufficio tecnico comunale.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.