Giovedì 28 Maggio 2020
Saranno adibite all’esposizione di prodotti dell’artigianato locale e di tipicità


Savoca, affidate ai privati quattro botteghe sotto piazza Fossia

di Gianluca Santisi | 04/09/2017 | ATTUALITÀ

2020 Lettori unici

Le botteghe sotto piazza Fossia

Le quattro botteghe libere ricavate nell’immobile sottostante piazza Fossia, a Savoca, sono state aggiudicate dal Comune ad altrettanti soggetti privati. Così come gli altri spazi già occupati, potranno essere adibite esclusivamente all’esposizione di prodotti di tradizione artistica, storica, dell’artigianato savocese e delle tipicità locali. L’iter per l’assegnazione dei quattro locali era stato avviato dalla Giunta comunale, presieduta dal sindaco Nino Bartolotta, lo scorso 12 maggio, in occasione dell’approvazione del piano di valorizzazione dei beni patrimoniali disponibili: il provvedimento prendeva atto del canone di concessione annuale quantificato dal responsabile dell’Area Tecnica in 2mila euro per singolo locale e l’Amministrazione aveva dato mandato al responsabile di avviare le procedure per la concessione in locazione degli immobili. La gara era stata indetta un mese dopo, il 14 giugno. Sei i privati che avevano manifestato la volontà di partecipare: uno di questi era stato invitato ad integrare l’offerta formulata relativamente alla parte economica, specificando inoltre il tipo di attività che intendeva svolgere. Documentazione integrativa che però non è stata trasmessa al Comune tanto da provocare l’esclusione dell’istanza. Al momento di sottoscrivere il contratto, un altro privato, regolarmente convocato per il 30 di agosto, non si è presentato in municipio per il sorteggio dell’immobile da aggiudicare. Per tale ragione, il responsabile dell’Area Tecnica, Santino Scarcella, ha deciso di approvare le risultanze della gara pubblica, affidando la concessione in locazione dei quattro locali ai privati: Gina Ferraro, Serena Bonura, Maria Teresa Rizzo e Simona Scarcella. La locazione decorrerà dalla data di stipula del contratto e previo versamento nella casse comunali della metà del canone annuo stabilito e pari ad mille e 50 euro per ciascun immobile locato. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.