Sabato 25 Maggio 2024
La casa-albergo per anziani è chiusa da anni e il Comune non ha cercato un gestore


Sant'Alessio, "Villa Solaria" dimenticata e abbandonata: da fiore all'occhiello al degrado

di Andrea Rifatto | 12/04/2022 | ATTUALITÀ

1555 Lettori unici

Alla chiusura lavoravano 13 operatori

È abbandonata a sé stessa ormai da tre anni la casa-albergo per anziani “Villa Solaria” di Sant’Alessio Siculo, un fiore all’occhiello del comprensorio quando nacque (negli Anni ’80) e rimasta a lungo un punto di riferimento nel settore. La struttura è chiusa dal marzo 2019, dopo la rinuncia dell’ultimo affidatario, la società cooperativa sociale “Genesi” di Messina, a garantirne la gestione per sei anni, in seguito all’aggiudicazione della gara avvenuta nel dicembre 2018 al canone annuale di 68mila euro, ritenuto insostenibile anche perchè l’operatore riteneva di aver partecipato ad una procedura che prevedeva il solo affitto della struttura senza vincoli di assunzioni, dicendosi non in grado di sostenere i costi per riassorbire tutte le unità di personale. Così, ormai da 36 mesi, l’edificio a tre piani è divenuto fantasma e da allora non è stato trovato un nuovo operatore in grado di riaprire la casa-albergo, che fino alla chiusura ospitava 14 anziani e dava lavoro a 18 unità di personale, anche se alla chiusura quelle effettivamente in servizio erano 13. A giugno 2019 l’Amministrazione comunale aveva deciso di avviare una nuova gara d’appalto, fissando un canone di locazione di 65mila euro annui, che però non è mai partita per problemi burocratici con la centrale di committenza che doveva bandire la procedura. 

Un anno fa il sindaco Giovanni Foti aveva annunciato che sarebbe stato fatto un altro tentativo aderendo alla centrale di committenza di Letojanni (adesione in realtà mai formalizzata) e che se anche questa gara per la gestione di “Villa Solaria” sarebbe andata deserta, la struttura sarebbe stata inserita i beni da alienare. Secondo l’Amministrazione comunale, però, la struttura non è più appetibile per i gestori di case per anziani, visto che in zona ne esistono già altre a Santa Teresa di Riva, Furci Siculo, Taormina: dunque bisognerebbe cambiarne la destinazione d’uso e individuare una finalità che possa consentire di sfruttare l’edificio. Con il passare del tempo, però, i locali di “Villa Solaria” rischiano di deteriorarsi se non si dovesse trovare una soluzione, anche a causa dell’assenza di manutenzione ordinaria. Attualmente la struttura è inserita nell’elenco dei beni patrimoniali immobiliari da valorizzare tramite locazione onerosa e il piano terra viene usato dal Comune come deposito, mentre i locali cantinato come una sorta di centro provvisorio di stoccaggio rifiuti.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.