Mercoledì 07 Dicembre 2022
Partiti i lavori finanziati alla Parrocchia dalla Regione per riqualificare l'area


Sant'Alessio, via al cantiere intorno alla chiesa: nuovo sagrato e aiuto per 14 cittadini

di Andrea Rifatto | 04/03/2021 | ATTUALITÀ

960 Lettori unici

I lavoratori con parroco, direttore e assessore

Un’occasione per far cambiare aspetto all’area intorno all'edificio sacro e un’opportunità di lavoro per alcuni cittadini inoccupati. Consentirà di raggiungere questi due obiettivi il cantiere di lavoro partito davanti la chiesa Santa Maria delle Grazie di Sant’Alessio Siculo, grazie al finanziamento di 120mila 559 euro assegnato alla Parrocchia guidata da padre Luciano Zampetti dallAssessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro, con lo scopo di contrastare la crisi economica e aiutare le fasce più deboli della popolazione. Il progetto esecutivo, redatto dal geometra Francesco Donato di Forza dAgrò su incarico del parroco, prevede la realizzazione della pavimentazione in marmo del sagrato, attualmente in cemento e poco gradevole alla vista oltre che pericoloso per via di buche e avvallamenti, la riqualificazione di tutta l'area esterna per una superficie di 51,24 metri quadrati e la costruzione di una tettoia a copertura di unarea di 101,26 metri quadrati situata sul lato destro della chiesa, finora rimasta abbandonata e che sarà destinata a salone parrocchiale, uno spazio che finora è mancato e consentirà di organizzare molteplici attività. La spesa prevista di 120mila 559 euro è suddivisa tra 45mila 426 euro per i 15 lavoratori (tra cui un operaio specializzato) per una paga giornaliera di 34,89 euro, 6mila 147 euro per i costi del direttore di cantiere (lo stesso geometra Donato), 16mila 331 euro per le assicurazioni, 49mila 187 euro per i materiali e 3mila 466 euro per varie. I lavori dureranno 93 giorni. All’apertura del cantiere era presente anche l’assessore Saro Trischitta in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, ente che ha approvato il progetto e che ha curato l’aspetto burocratico con l'ingegnere Pietro Mifa come responsabile unico del procedimento. I costi di progettazione sono invece rimasti a carico della Parrocchia.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.