Venerdì 22 Gennaio 2021
Svago e divertimento grazie ai fondi del Governo. Aperte le iscrizioni


Sant'Alessio, un centro estivo comunale per bambini e ragazzi per dimenticare il lockdown

di Andrea Rifatto | 11/07/2020 | ATTUALITÀ

1028 Lettori unici

Il sindaco Foti e l'assessore Ferlito

Un centro estivo comunale per bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni, per offrire ai piccoli cittadini un’occasione di svago e divertimento dopo mesi passati chiusi in casa. È ciò che ha pensato di mettere in piedi l’Amministrazione comunale di Sant’Alessio, che ieri ha pubblicato un avviso pubblico per raccogliere le adesioni. “In considerazione dell'emergenza sanitaria si sono resi necessari provvedimenti di protezione che hanno limitato drasticamente la possibilità di svolgere esperienze al di fuori del contesto domestico e familiare per i bambini e gli adolescenti - spiegano il sindaco Giovanni Foti e l’assessore ai Servizi sociali e alle Politiche giovanili, Natale Ferlito - e sebbene le esigenze di garantire condizioni di sicurezza e di salute per la popolazione abbiano positivamente giustificato i provvedimenti restrittivi, una delle conseguenze è stata quella di incidere fortemente su quelle condizioni di ordinario benessere dei bambini e degli adolescenti, che si legano strettamente a diritti fondamentali come quelli all'incontro sociale fra pari, al gioco ed all’educazione”. L’Amministrazione ha quindi deciso di sfruttare l’opportunità concessa dal Decreto legge 34/2020, che assegna contributi ai Comuni per i centri estivi, per proporre alle famiglie un progetto educativo nel quale sono previste attività ludiche, ricreative, sportive e di socializzazione, che consentono di coniugare i bisogni di svago e divertimento dei bambini con l'esigenza dei genitori di lasciare i propri figli in un luogo sicuro, con personale qualificato, in grado di stimolarli ad accrescere le loro conoscenze ed accompagnarli nel percorso di crescita. A Sant’Alessio è stato assegnato un contributo di 3mila 384 euro e l’Amministrazione sta coinvolgendo le associazioni e la parrocchia per la redazione di progetti per lo svolgimento di attività ricreative, che dovranno essere approvati dal Comune e dell’Asp. I gruppi di lavoro saranno di proporzioni ridotte e divisi in sottofasce in ragione dell'età dei partecipanti e il rapporto numerico fra operatori e bambini/adolescenti sarà graduato in base all’età del gruppo. Le domande di partecipazione dovranno essere presentate in municipio entro il 17 luglio, utilizzando il modulo disponibile sul sito internet del Comune, così da consentire un’adeguata organizzazione del centro estivo e quantificarne i giorni di durata correlati al numero delle istanze ammesse e alle risorse disponibili, predisponendo un progetto che possa consentire di accogliere i bambini e gli adolescenti con attività mirate.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.