Giovedì 25 Febbraio 2021
L'Amministrazione ha aderito ad un Gruppo di azione costiera per accedere ai fondi europei


Sant'Alessio Siculo, si punta a ridare slancio alla pesca

di Andrea Rifatto | 14/09/2016 | ATTUALITÀ

1887 Lettori unici

La pesca ha rappresentato in passato la principale fonte economica

L’Amministrazione comunale di Sant’Alessio Siculo prova a ridare slancio alla pesca, attività che in passato ha rappresentato la principale fonte economica del paese, puntando alle risorse del Feamp 2014-2020, Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, strumento che sostiene i pescatori nella transizione verso una pesca sostenibile, aiuta le comunità costiere a diversificare le loro economie, finanzia i progetti che creano nuovi posti di lavoro e migliorano la qualità della vita nelle regioni costiere europee . La Giunta,  guidata dal sindaco Rosa Anna Fichera, ha infatti approvato un atto di indirizzo per aderire ad un gruppo locale della pesca (Flag) creato dal Gruppo di azione costiera “Riviera Etnea dei Ciclopi e delle Lave”, società consortile con sede ad Acicastello, formata da un partenariato pubblico-privato per il finanziamento di azioni finalizzate allo sviluppo integrato delle collettività pescherecce, di cui fanno parte i comuni di Acireale, Fiumefreddo di Sicilia, Mascali e Riposto. L’adesione al Flag consentirà al Gac “Riviera Etnea dei Ciclopi e delle Lave” di poter presentare alla Regione Siciliana una specifica strategia di sviluppo locale per accedere alle risorse comunitarie, con un progetto che grazie al coinvolgimento della cittadina alessese consentirà di ampliare i chilometri di costa interessati, la popolazione e il numero di barche per la pesca artigianale da tenere in considerazione, così da avere maggiori opportunità di finanziamento. La proposta approvata dall’Amministrazione prevede l’acquisto di sei quote da 250 euro del Gac “Riviera Etnea dei Ciclopi e delle Lave”, per un importo complessivo di 1.500 euro. Il provvedimento dovrà adesso passare al vaglio del Consiglio comunale, che dovrà pronunciarsi in tempi brevi visto che il 3 ottobre scadono i termini per l’invio delle istanze di finanziamento.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.