Venerdì 17 Settembre 2021
Venerdì 5 riunione convocata in municipio dall’Ufficio turistico


Sant’Alessio Siculo. Comune e albergatori programmano l’estate

di Filippo Brianni | 04/06/2015 | ATTUALITÀ

3052 Lettori unici

La spiaggia alesasse durante la scorsa estate

Amministratori e albergatori di Sant’Alessio Siculo si incontreranno venerdì 5 giugno, alle 19,30, nell’aula consiliare. Si discuterà di casse comunali, salvaguardia della costa e manifestazioni estive. L’incontro è stato convocato dall’Ufficio turistico, guidato da Patrizia Rigano. La sensazione è che si tratti di un passaggio cruciale per il futuro di Sant’Alessio, un paese dove c’era una volta l’estate: quel sole che si alzava sopra il castello e illuminava una spiaggia ampia e colma di bagnanti, “catanesi” e turisti, che alloggiavano negli alberghi e nelle seconde case che nacquero come alveari. In qualche caso anche in senso… urbanistico. Negli ultimi anni, il declino. Prima lento, quasi impercettibile, poi rapido, accelerato negli anni scorsi dai disagi per gli imponenti lavori alla galleria a sud e sul ponte a nord e soprattutto per via dell’erosione della spiaggia, divenuta un ricordo nelle foto polaroid. Come gli alberghi pieni. Alberghi che erano sorti e avevano investito in un paese rimasto senza spiagge e con poche idee e che oggi registrano cali di presenze che si ripercuotono sull’indotto. Martedì scorso un servizio televisivo su Rai 1, proprio sull’erosione delle coste, ha lacerato una ferita che già sanguinava copiosamente e a cui ora è necessario porre rimedio. Con quali mezzi e progetti è da vedere. Già da venerdì, con questa riunione che gli albergatori avevano peraltro caldeggiato. Con al centro commercianti e albergatori seriamente preoccupati. E sullo sfondo un gruppo politico extraconsiliare, “Viviamo Sant’Alessio”, guidato da Franco Santoro, che ha già posto energicamente sul tavolo anche la problematica dell’imposizione fiscale, non più sostenibile dagli operatori commerciali.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.