Domenica 11 Aprile 2021
Protocolli con tre associazioni per far conoscere e valorizzare le ricchezze del posto


Sant'Alessio punta a differenziare l'offerta turistica: firmati accordi per nuovi arrivi

di Andrea Rifatto | 01/07/2020 | ATTUALITÀ

852 Lettori unici

A Sant’Alessio si punta fortemente ad intercettare nuovi flussi turistici e far conoscere le ricchezze del posto. L’Amministrazione comunale, e in particolare l’assessore al Turismo Virginia Carnabuci, si sta infatti muovendo per creare nuove occasioni di confronto e scambio per incentivare gli arrivi in paese e a tale scopo sono stati siglati tre accordi di partenariato e protocolli di intesa con altrettante società e associazioni siciliane, tutti a titolo gratuito. L'Amministrazione ritiene di importanza strategica la promozione turistica e la valorizzazione territoriale ai fini del progresso e dello sviluppo della comunità alessese e l’obiettivo primario è quello di promuovere iniziative per rafforzare l'immagine attrattiva della cittadina del Capo. Il primo accordo è stato siglato con la società “Isolani per caso Srls” di Giarre, che ha presentato una proposta per la valorizzazione turistica attraverso una partnership per rafforzare le iniziative volte a favorire la promozione di Sant’Alessio in Italia e all’estero, con azioni di promo-commercializzazione e co-marketing (direct marketing, social media marketing, content marketing, pr e digital pr), come intermediario nella vendita di servizi turistici e con l’inserimento del comune sui propri portali web, come www.isolanipercaso.com. Con l’associazione “Le officine di Hermes” di Giardini Naxos è stata invece raggiunta un’intesa per la rivalutazione, la salvaguardia e la diffusione del patrimonio culturale e artistico di Sant’Alessio, al fine di sostenere iniziative per lo sviluppo del progetto “Casa Sicilia”: il Comune concederà i locali dell’Ufficio Turistico per ospitare altre cittadine siciliane promuovendone le peculiarità e favorendo un processo di scambio e sinergia tra territori, ospitare i borghi di sicilia e consentire l’apposizione del loro del Comune su eventuale materiale promo-pubblicitario che realizzerà l’associazione. Un altro protocollo è stato firmato con l’associazione “Ciclabili siciliane” di Palermo, che si occupa di valorizzazione turistica attraverso itinerari cicloturistici tramite mobilità dolce ed eco-compatibile, con progetti legati alla mobilità sostenibile che potrebbero vedere la luce anche a Sant’Alessio, magari con una pista ciclabile sul lungomare già immaginata nel recente passato ma finora rimasta solo sulla carta.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.