Domenica 05 Febbraio 2023
Il Regolamento per le gestione disciplina anche i rapporti tra Comune e scuola


Sant'Alessio, nuove regole per gli impianti sportivi: adesso si riapra la palestra

di Andrea Rifatto | 19/08/2019 | ATTUALITÀ

1720 Lettori unici

Il confronto tra amministratori, dirigenti e genitori

Si punta a mettere ordine nella gestione e nell’utilizzo degli impianti sportivi di Sant’Alessio con il nuovo Regolamento approvato nell’ultima seduta dal Consiglio comunale. In aula è arrivato il via libera in seconda convocazione con i voti del presidente Domenico Aliberti e dei consiglieri di maggioranza Giuseppe Pasquale, Saro Trischitta e Virginia Carnabuci, mentre il capogruppo di minoranza Concetto Fleres ha abbandonato la seduta prima della votazione, dopo che la maggioranza ha bocciato un suo emendamento che riscriveva alcuni articoli e ne proponeva altri in aggiunta a quanto presentato dall’Amministrazione. L’approvazione del Regolamento sulla gestione e l’utilizzo degli impianti sportivi, ossia il campo da calcio “Arturo Mastroieni”, la palestra comunale della scuola “Gussio” e il campetto polivalente della stessa scuola, era molto attesa anche dagli sportivi locali e infatti tra il pubblico vi erano i dirigenti del S. Alessio Volley, insieme ai genitori di alcuni piccoli atleti, società che dall’1 luglio si è vista negare l’utilizzo della palestra della “Gussio” in quanto l’Istituto comprensivo di S. Teresa non ha firmato il rinnovo della convenzione, impedendo agli sportivi di continuare ad allenarsi e a poter partecipare ad un torneo sulla spiaggia. Il Regolamento disciplina adesso anche i rapporti con l’istituzione scolastica, come spiegato in Consiglio dal sindaco Giovanni Foti: “Per utilizzare la palestra la richiesta va fatta al Comune che autorizza, la scuola dà un nulla osta affinché l’attività sportiva non sia d’intralcio alle attività scolastiche, è una cosa più formale che sostanziale – ha sottolineato Foti – l’importante è non intralciare l’attività scolastica”. Poi, riferendosi alla vicenda della società di minivolley rimasta “orfana” dell’impianto, il sindaco ha rilevato come “si sta perdendo del tempo rispetto ad attività sportive che hanno le loro tempistiche e le dinamiche, con allenamenti e campionati, perché l’Istituto comprensivo si è riunito ma non ha preso in considerazione la nostra richiesta. Il Regolamento andava fatto ma è anche giusto che le tempistiche con cui si risponde siano le stesse con cui rispondiamo noi alla scuola quando ci sono problemi, ossia in pochissimo tempo. Ci hanno comunque assicurato che daranno presto il nulla osta per la palestra alla società sportiva”.

Il Regolamento prevede inoltre che per gli impianti sportivi scolastici prima dell’inizio della stagione sportiva, settembre di ogni anno, il Comune predisponga un calendario stagionale di funzionamento della struttura che verrà inviato al dirigente scolastico. Per l’individuazione del soggetto gestore si terrà conto di alcuni criteri: esperienza nel settore specifico cui l’impianto sportivo è destinato; qualificazione professionale degli istruttori e degli allenatori; eventuale organizzazione di attività a favore dei giovani, dei diversamente abili e degli anziani; compatibilità del progetto e delle attività con eventuali attività ricreative, sociali o scolastiche svolte nell’impianto; anzianità dello svolgimento delle attività. In ogni caso l’uso e la gestione degli impianti sportivi deve essere affidato a società e associazioni presenti a Sant’Alessio. Il gestore si dovrà fare carico delle spese per utenze, pulizia e manutenzione ordinaria e dovrà pagare un canone annuo che sarà stabilito dalla Giunta. “Tutelare le società di Sant Alessio e salvaguardare le famiglie i cui figli fanno sport è l’obiettivo principale” ha aggiunto il presidente del Consiglio Aliberti, mentre Trischitta ha sottolineato come per l’utilizzo della palestra vada data precedenza alle società che praticano sport per i quali è destinata la struttura, ossia volley e basket prima di calcio, calcetto o altro. Dalla minoranza Fleres ha lamenta l’assenza in aula dell’assessore allo Sport (il vicesindaco Franco Santoro) e dell’esperto del sindaco per lo Sport (Natale Ferlito) e la mancanza di collaborazione da parte della maggioranza per scrivere le regole insieme. Il Regolamento entra in vigore oggi, visto che il Consiglio ha dimenticato di dichiarare l'immediata esecutività della delibera, e il S. Alessio Volley attende di poter utilizzare al più presto la palestra.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.