Giovedì 25 Luglio 2024
Il consigliere presenta due mozioni. Il sindaco annuncia i primi provvedimenti


Sant'Alessio, Lo Monaco chiede aiuti per cittadini e imprese, Foti: "Siamo già al lavoro"

di Andrea Rifatto | 21/04/2020 | ATTUALITÀ

1196 Lettori unici

Il sindaco Foti e il consigliere Lo Monaco

Dopo quelle del capogruppo di minoranza arrivano nuove proposte a Sant’Alessio per aiutare la popolazione a superare l’emergenza. Il consigliere indipendente Nino Lo Monaco ha infatti presentato due mozioni all’Amministrazione comunale del sindaco Giovanni Foti, suggerendo di concedere aiuti economici a cittadini e imprese. Con la prima mozione si propone di istituire un fondo di solidarietà e si chiede a sindaco, assessori e presidente del Consiglio “di rinunciare fino alla scadenza del mandato alle indennità di funzione e ai consiglieri ai gettoni di presenza, per recuperare circa 25mila euro annui”; analoga proposta viene avanzata per gli esperti retribuiti e per le indennità di funzione dei dirigenti comunali, “che potrebbero rinunciare al compenso annuo e/o in alternativa l’Amministrazione potrebbe accorpare e ridurre i quattro settori lasciando solo quelli previsti per legge, per risparmiare e rimpinguare il fondo per altri 42mila euro”. Dunque, in totale, secondo Lo Monaco si potrebbero recuperare 67mila euro annui da destinare alla popolazione. Il secondo documento suggerisce di dare un sostegno economico di 1.000 euro a commercianti, artigiani e imprese di Sant’Alessio, valutando se utilizzare le somme recuperabili con la sospensione dei mutui con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, e si chiede l’esenzione dei tributi (Imu, Tasi, Tari, Cosap e altre tasse) per tutto il 2020, sia per cittadini che imprese. “Siamo stati eletti a rappresentare e servire le istituzioni con il criterio del buon padre di famiglia – evidenzia Lo Monaco – e credo che con grande senso di responsabilità, per dovere e rispetto della nostra comunità, sia il momento di dare un segnale forte per chi ha meno di noi, per le fasce deboli, per le famiglie in difficoltà, per chi vive in stato di indigenza e soffre in silenzio la fame e la povertà e serve un intervento forte per i nostri commercianti e artigiani, che stanno attraversando un momento buio e difficile con notevoli difficoltà economiche a causa della chiusura o sospensione dell’attività”.

“L’Amministrazione fa sapere di essere già al lavoro da giorni sulla questione: “Dalla sospensione dell’unico mutuo che abbiamo con il Mef potremmo recuperare solo 6mila euro – spiega il sindaco Foti – e puntiamo quindi a trovare altre risorse in bilancio da vari capitoli che oggi e nel prossimo futuro non verranno utilizzati, come mensa scolastica, spettacoli estivi, per redigere un serio piano di aiuti a cittadini e imprese. Abbiamo deciso di bloccare il versamento delle rate dei tributi e in più estendiamo il beneficio della rateizzazione anche per le imposte del 2019. Sulla rinuncia alle indennità - aggiunge il primo cittadino di Sant’Alessio – sono scelte personali di ogni amministratore e c’è già chi destina le somme a scopi sociali per aiutare la cittadinanza”. Martedì prossimo si terrà un Consiglio comunale e si discuterà dei primi provvedimenti finanziari da adottare.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.