Domenica 19 Settembre 2021
La ditta non completa le opere perché non ha ricevuto i pagamenti dalla Regione


Sant'Alessio, lavori sospesi da sei mesi e la chiesa Madonna del Carmelo resta chiusa

di Andrea Rifatto | 11/09/2021 | ATTUALITÀ

468 Lettori unici

La chiesa con gli esterni restaurati

La comunità ne attendeva l’apertura già in occasione dell’estate del 2020, ma finora non è stato possibile restituirla alla collettività e regna la più totale incertezza sui tempi di riapertura. Sono ormai diciotto mesi che la chiesa Madonna del Carmelo di Sant’Alessio Siculo è interessata dai lavori di manutenzione straordinaria e restauro, finanziati alla Parrocchia con 348mila 006 euro assegnati dall’Assessorato regionale Infrastrutture per far tornare a splendere l’edificio sacro risalente al ‘600, fulcro della devozione dei vecchi pescatori alessesi e realizzato ai piedi del Capo all’interno di un insediamento di monaci basiliani che rappresentò il primo nucleo abitativo. La ditta esecutrice, la “El.Da. Costruzioni” di Pace del Mela che si è aggiudicata l’appalto per 165mila 506 euro, ha infatti deciso di sospendere i lavori nei mesi scorsi poiché dopo il loro avvio, a parte una piccola anticipazione, non ha ricevuto alcun pagamento degli stati di avanzamento in quanto la Regione non ha erogato le somme previste. Il direttore dei lavori, l’ingegnere Giuseppe Miuccio, si è visto quindi costretto a sospendere il cantiere così come richiesto dall’impresa, che ha già completato il 90% delle opere e deve ultimare alcune lavorazioni all’interno. La chiesa, però, non può essere riaperta fino al termine degli interventi e al loro collaudo e così neanche quest’anno, tra il rammarico dei fedeli e del parroco don Luciano Zampetti, si è potuta celebrare la festa della Madonna del Carmelo che ricorre il 16 luglio. Da cronoprogramma le opere, avviate a fine gennaio 2020, dovevano concludersi in sette mesi ma complice anche la pandemia si sono registrati dei ritardi: ad incidere pesantemente sui tempi di consegna, però, è stato soprattutto il mancato pagamento di quanto svolto e dopo aver anticipato per quasi un anno le somme, la ditta ha lasciato il cantiere in attesa di sviluppi da Palermo. Prima della sospensione è stata totalmente rifatta la facciata esterna, consolidato il campanile, sostituita la struttura lignea del tetto con il consolidamento della controsoffittatura in incannucciato e intonaco e rifatto il pavimento interno e si spera che i lavori possano riprendere al più presto cosicché la chiesetta della Madonna del Carmelo sia riconsegnata ai fedeli dopo quasi tre anni di chiusura a causa delle sue cattive condizioni.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.