Domenica 29 Gennaio 2023
Ordinanza di divieto revocata dal sindaco a seguito delle nuove analisi sui campioni


Sant'Alessio, l'acqua della rete pubblica torna potabile dopo 15 giorni

di Redazione | 09/12/2022 | ATTUALITÀ

869 Lettori unici | Commenti 1

Si dovranno attende nuove analisi

Torna potabile l’acqua della rete comunale a Sant’Alessio Siculo. Il sindaco Domenico Aliberti ha firmato questa mattina un’ordinanza con la quale ha revocato il precedente provvedimento del 24 novembre, che stabiliva in via cautelativa il divieto di utilizzo a scopo potabile dell’acqua proveniente dal civico acquedotto e destinata al consumo umano, in seguito alle analisi eseguite dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Messina-Area Dipartimentale di Taormina. Oggi in municipio sono giunti i risultati sui campioni di acqua prelevati il 6 dicembre dallo "Studio Chimico Peloritano" di Messina, dai quali è emerso che i valori delle analisi dei parametri sono conformi alla normativa e dunque non è più necessario mantenere l’ordinanza di non potabilità. Di conseguenza è possibile utilizzare l’acqua comunale ai fini potabili. Il divieto era stato stabilito in quanto dai campioni prelevati il 22 novembre era emersa una situazione di contaminazione dovuta al superamento dei valori di parametro fissati dalla normativa relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano. In conseguenza di ciò, il primo cittadino si era visto costretto a vietarne l'utilizzo fino al ripristino delle condizioni di conformità al fine di tutelare la salute pubblica, avvenute oggi.


COMMENTI

Giuseppe Cacciola | il 29/11/2022 alle 12:37:46

Siamo alle solite,a quanto di mia conoscenza , i prelievi delle acque destinate al consumo umano avvengono nei siti predisposti,ove ve ne siano,all'esterno della rete di distribuzione interna degli edifici,poiché si deve considerare solo la potabilità della acque addotte dalla rete pubblica, che arrivano all'ingresso del contatore allacciato.Inoltre c'è una metodica precisa per il prelievo del campione,che tra l'altro deve avvenire sempre in contraddittorio.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.