Mercoledì 06 Dicembre 2023
Il Comune ha deciso di migliorare il sistema porta a porta evitando abbandoni


Sant'Alessio, cambia il sistema di raccolta rifiuti: in arrivo i kit con i contenitori

di Andrea Rifatto | 02/07/2020 | ATTUALITÀ

1454 Lettori unici

Attualmente i rifiuti vengono conferiti con i sacchetti

Cambierà presto il sistema di raccolta rifiuti porta a porta a Sant’Alessio. L’Amministrazione comunale ha infatti deciso di consegnare alla cittadinanza un kit con i contenitori per il conferimento, ponendo così fine al deposito sul suolo di buste e sacchetti davanti le abitazioni e le attività commerciali, come avviene ormai da alcuni anni. La Giunta guidata dal sindaco Giovanni Foti ha infatti dato mandato all’Ato Me4, che gestisce i sevizi ambientali nella cittadina del Capo, di acquistare i bidoncini, visto il carico di lavoro dell’Ufficio tecnico comunale che non riesce a soddisfare tutte le incombenze, delegando tutta la proceduta alla società in liquidazione. La volontà di dotare gli utenti di mastelli era stata già espressa dal Comune lo scorso anno, tanto che nel Piano finanziario dell’Ato, approvato a marzo del 2019, era stato inserito l’importo di 70mila euro per l’acquisto del materiale per la raccolta porta a porta, spesa che sarebbe stata a carico dei cittadini che si sarebbero ritrovati in bolletta un costo di 52 euro per i contenitori. I bidoncini, però, non sono stati mai acquistati visto che si era in procinto di perfezionare il passaggio dalla gestione Ato Me4 a quella della Srr Messina Area Metropolitana (la gara d’appalto è ancora in corso) e dunque nella bollettazione 2019 non sono stati inseriti i costi per i contenitori. Adesso l’Amministrazione alessese ha deciso di comprare i mastelli per fronteggiare la stagione estiva, cercando di garantire più decoro al territorio comunale specialmente in vista della maggiore affluenza di villeggianti, quando oltre alle presenze si moltiplicano anche gli abbandoni di rifiuti sul suolo pubblico, soprattutto nei fine settimana. I contenitori dovrebbero quindi consentire un conferimento in strada più ordinato e controllabile, evitando il formarsi di cumuli di immondizia che spesso diventano vere e proprie minidiscariche, dove tanti ne approfittano per sbarazzarsi del proprio sacchetto di scarti indifferenziati. L’importo necessario all’acquisto dei contenitori era già stato inserito nel Piano finanziario 2019 e sarà coperto dai cittadini con la bolletta rifiuti 2020, in corso di elaborazione, dove verrà inserito il costo del kit per la raccolta porta a porta, che potrebbe essere di 52 euro o anche meno.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.