Sabato 20 Agosto 2022
L'obiettivo è evitare gli abbandoni. L'ex casa-albergo usata per stoccare indifferenziata


Sant’Alessio, aperto il Centro rifiuti. A Villa Solaria la "discarica clandestina” - FOTO

di Andrea Rifatto | 01/08/2022 | ATTUALITÀ

663 Lettori unici

Il Ccr aperto sulla panoramica e i rifiuti lasciati alla casa-albergo

È stato aperto sabato pomeriggio il Centro comunale di raccolta rifiuti di Sant’Alessio Siculo, allestito per i mesi estivi sulla via Panoramica. La decisione di realizzarlo è stata assunta dal sindaco Domenico Aliberti con un’ordinanza del 5 luglio, per consentire ai turisti “mordi e fuggi” e ai villeggianti della domenica di poter conferire gli scarti, evitando di abbandonare sacchetti in giro per il paese come avviene ogni fine settimana. Comportamento che alcuni incivili continuano ad attuare. Il Ccr sarà aperto il sabato e domenica dalle 17.30 alle 20 e potranno essere gettati soltanto rifiuti differenziati (plastica, carta e vetro), all’interno dei sei cassonetti carrellati posizionati dalla ditta “Onofaro Antonino”, che gestisce il servizio in paese. Domenica, però, non sono stati rispettati gli orari di apertura previsti (che tra l’altro non sono affissi sulla recinzione esterna per informare gli utenti) e il Ccr già alle 19.25 si presentava chiuso e chi si è recato non ha potuto lasciare i propri rifiuti. L’ordinanza cita tra gli scarti conferibili anche il residuo secco (indifferenziata), che la normativa nazionale non consente di portare nei Centri di raccolta: l’Amministrazione ha voluto garantire comunque la presenza di un autocompattatore, per un periodo parcheggiato dentro l’ex casa albergo per anziani “Villa Solaria” e adesso spostato sulla circonvallazione, per raccogliere eventuale spazzatura non differenziata, ma di norma gli utenti non potranno portare indifferenziato al Ccr. L'ordinanza sindacale cita tra i rifiuti anche metalli, vetro, ingombranti, Raee, medicinali scaduti, pile esauste, rifiuti urbani pericolosi e altre frazioni merceologiche derivanti dalla differenziata, ad esclusione dell’umido, ma di fatto la struttura è stata attrezzata solo per raccogliere plastica, carta e vetro. Gli utenti, soprattutto in questo periodo, stanno riscontrando difficoltà per smaltire gli ingombranti, visto che gli appuntamenti per il ritiro a domicilio vengono fissati dalla ditta che gestisce il servizio anche a distanza di un mese e chi ha la necessità di liberarsi di mobili, materassi, elettrodomestici e altri beni durevoli non ha a disposizione un sito dove poterli conferire.

Una collocazione, quella del Centro comunale di raccolta in quel punto, che fa discutere anche perchè a pochi metri vi sono le condotte dell’acquedotto cittadino. Il Ccr sarà anche videosorvegliato e l’Amministrazione ha stanziato 4mila euro per installare due telecamere, che verranno attivate nei prossimi giorni. Nel frattempo continua lo stoccaggio di rifiuti indifferenziati all’ingresso del cantinato di “Villa Solaria”, divenuto ormai una discarica a cielo aperto dove si “nascondono” i rifiuti prelevati in paese o quelli raccolti perchè abbandonati in strada. Operazione che avviene quotidianamente fin quando ogni martedì, giornata di raccolta dell’indifferenziato, i cassonetti carrellati vengono svuotati. E in mezzo ai rifiuti, gettati anche da qualcuno che ha scoperto questo "Ccr parallelo", proliferano gatti e topi. 



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.