Domenica 25 Febbraio 2024
Ordinanze per tutelare la quiete pubblica. Nuovi controlli e sequestri in spiaggia


Sant'Alessio, arriva una stretta sulla movida: stop alla musica nei locali un'ora prima

di Andrea Rifatto | 08/08/2020 | ATTUALITÀ

2240 Lettori unici

Sul lungomare isola pedonale da questa sera

Arriva una stretta sulla diffusione di musica nei locali di Sant’Alessio. Il sindaco Giovanni Foti ha infatti firmato un’ordinanza in materia di disciplina delle attività di intrattenimento e delle emissioni sonore dei pubblici esercizi e delle attività di svago che fissa alle ore 2 della notte l’orario massimo entro cui è consentita l’attività di intrattenimento mediante diffusione di musica con vari mezzi di amplificazione, sia all’interno che all’esterno, in esercizi pubblici quali bar, ristoranti, discoteche, chioschi, stabilimenti balneari e simili. Un provvedimento emanato per tutelare la quiete e la vivibilità nel centro abitato e che inciderà soprattutto sulle attività della nota discoteca “Capo dei Greci”, situata sulla Statale 114, dove già da questa sera la movida si dovrà spegnere un’ora in anticipo. Le limitazioni non si applicano alle notti del 31 dicembre e del 14 agosto e l’attività di intrattenimento musicale deve essere contenuta nei limiti di tollerabilità previsti dalla legge: chi viola l’ordinanza è punito con la sanzione da 25 a 500 euro e in caso di recidiva sarà sospesa l’autorizzazione e si potrà arrivare anche alla revoca della licenza per violazioni reiterate. L’ordinanza revoca quella emanata del 2017 che invece consentiva, nel periodo 1 giugno-30 settembre, di tenere accesa la musica fino alle 3 di notte (le 2 nel periodo dall’1 ottobre al 31 maggio) con l’obbligo di diminuire il volume e non vendere più alcol a partire da un’ora prima dell’orario di chiusura dell’attività. Disposizione, quest’ultima, che adesso non è più in vigore. Il sindaco Foti ha siglato il provvedimento dopo aver preso atto “delle segnalazioni di cittadini residenti nelle adiacenze dei locali pubblici che reclamano condizioni di vivibilità sia riguardo al decoro urbano che al rispetto dei limiti delle emissioni sonore, a tutela della quiete e salute pubblica” e ha adottato l’ordinanza che prevede ulteriori restrizioni secondo la necessità “di un opportuno equilibrio tra i contrapposti interessi di frequentatori e residenti, mediante una ridefinizione della disciplina in materia di impatto acustico, anche esortando i gestori a forme di collaborazione sull'ordinata fruizione degli spazi adiacenti i locali”. 

Per evitare disturbi alla quiete pubblica e garantire il riposo di residenti e vacanzieri, il sindaco di Sant’Alessio ha inoltre disposto la sospensione di tutti i cantieri edili in paese a partire da domani e fino al 30 agosto: eventuali deroghe possono essere concesse dal sindaco per esigenze di pubblica incolumità e devono essere preventivamente richieste e motivate. Vanno avanti intanto le attività del progetto “Spiagge sicure”: la Polizia municipale ha fermato un altro venditore ambulante, un 45enne del Bangladesh residente a Palermo, sequestrandogli la merce per violazione delle norme sul commercio, mentre sulla spiaggia sono stati sequestrati nel corso della notte 45 ombrelloni, 16 pali e 15 sdraio lasciati perennemente sull’arenile dai bagnanti: oltre al sequestro è scattata una denuncia contro ignoti alla Procura della Repubblica di Messina. Sul lungomare da questa sera e fino 23 agosto sarà attiva la zona a traffico limitato con l’isola pedonale nella zona centrale, dalle ore 21 alle ore 24, in un tratto di 400 metri tra le vie Salice e Trento. Il provvedimento è stato adottato dal Comune per favorire gli spostamenti in sicurezza di residenti e vacanzieri, che nelle ore serali si riversano sul lungomare. Possono accedere al tratto chiuso i titolari i passo carrabile all’interno della Ztl, i veicoli di noleggio con conducente e taxi limitatamente per operazioni di servizio ai clienti; i veicoli adibiti a servizi di polizia e soccorso e i veicoli al servizio o che trasportano persone diversamente abili, muniti di contrassegno. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.