Lunedì 15 Aprile 2024
L'obiettivo è evitare gli abbandoni sul territorio. Spuntano quattro cassonetti stradali


Sant'Alessio, aperta l'area per conferire rifiuti. E al cimitero "muore" l'indifferenziata

di Andrea Rifatto | 08/07/2023 | ATTUALITÀ

956 Lettori unici | Commenti 1

L'area di stoccaggio rifiuti e i cassonetti al cimitero

Sarà aperta oggi pomeriggio l’area di stoccaggio rifiuti estiva allestita a Sant’Alessio Siculo per contrastare l’abbandono di immondizia lungo le strade cittadine durante i mesi in cui la popolazione lievita da 1.500 a quasi 10.000 abitanti. L’isola ecologica, prevista da un’ordinanza emanata il 16 maggio dal sindaco Domenico Aliberti e autorizzata ai fini idraulici dall’Autorità di Bacino, è stata realizzata sulla sponda destra del torrente Agrò, tra il campo da calcio e la cavea del corridoio ecologico, ed è accessibile ai mezzi proprio dalla stradina adiacente l’impianto sportivo. All’interno dell’area, che sarà aperta tutti i giorni dalle 17 alle 20 escluso il mercoledì, la ditta che gestisce il servizio rifiuti in paese, la “Onofaro Antonino” di Naso, ha posizionato alcuni cassoni scarrabili e contenitori carrellati e sarà possibile conferire esclusivamente rifiuti differenziati, ossia carta, plastica e vetro, oltre a ingombranti (massimo tre pezzi ad utenza), sfalci di potature (massimo quattro sacchi ad utenza), pile esaurite, rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Non è consentito scaricare, invece, rifiuti organici (umido) e indifferenziati (secco). L’accesso è consentito solo alle utenze iscritte alla banca dati Tari del Comune, previa esibizione della tessera sanitaria, e non è permesso l’accesso e il conferimento ai mezzi delle attività commerciali. Per gli ingombranti è possibile anche richiedere il ritiro a domicilio all’indirizzo mail ingombranti@onofaro.it o al numero di telefono 333-9437262, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30. 

Mentre entra in funzione l’isola ecologica, la gestione dei rifiuti a Sant’Alessio Siculo riserva però nuove “sorprese”: almeno da domenica scorsa sono comparsi tre vecchi cassonetti stradali in plastica nel parcheggio del cimitero, stracolmi di rifiuti indifferenziati fino a martedì, giorno di raccolta del secco, quando sono tornati vuoti; ai tre se n’è aggiunto un altro in metallo e attualmente i quattro contenitori, alcuni contenenti già rifiuti indifferenziati, sono presenti nel piazzale del camposanto, non si comprende bene a quale scopo e se eventualmente per conferire spazzatura prelevata in giro per il paese. Giovedì il sindaco Domenico Aliberti ci ha detto che i cassonetti erano stati rimossi, ma fino ad oggi sono presenti nel piazzale e ciò potrebbe incoraggiare gli utenti a conferire sacchetti di rifiuti in quel sito.


COMMENTI

Cacciola Giuseppe | il 09/07/2023 alle 08:46:43

Sono molto soddisfatto,tutto questo è stato reso possibile da un connubio felice tra amministrazione e tecnici ,che si son presi la briga di studiare la normativa e trovare la soluzione legale per poter aprire questo deposito temporaneo che oer la comunità dei villeggianti vacanzieri di breve durata è fondamentale,tanti anni fa ho tentato di aprire questo servizio ma evidentemente non vi è stata una valutazione unanime di intervento, anche perché avrei dovuto impostare tutto io e per mia natura non mi piace ed è una pratica disdicevole sostituirsi agli ufgici preposti. Comunque adesso bisogna pensare come realizzare un C.C.R. che consentirebbe au una diversa gestione della raccolta differenziata dei rifiuti, perché per poter veramente abbassare le tariffe dobbiamo prendere coscienza che la raccolta porta a porta è costosissima e vi saranno sempre più lievitazioni di somme che i cittadini residenti tutto l'anno non possono permettersi.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.